-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 8 marzo 2018

Coca Cola si dà all'alcol


Un tabù infranto dopo oltre 130 anni e soprattutto un'immagine di bevanda per tutta la famiglia che, in alcuni casi, non sarà più tale.

La svolta

La Coca Cola ha deciso di darsi all'alcol e di presentare sul mercato la prima bibita alcolica della sua storia. Si tratta, almeno stando a quanto riferito dal Financial Times, di una bevanda con distillato di Sochu e acqua gassata aromatizzata.
In realtà si tratterebbe di una versione commerciale di una bevanda della tradizione giapponese e per questo motivo, hanno fatto sapere i vertici aziendali, l'esperimento resterà limitato al mercato nipponico, anche perché, con ogni probabilità, i palati dei consumatori occidentali potrebbero non trovare interessante la nuova versione della Coca Cola.

L'idea, per alcuni dissacrante, di esplorare anche altri orizzonti, nasce dalla necessità di rimettere in pista il brand più iconico del mondo; partendo da questo principio, infatti, l'azienda ha deciso da tempo di sezionare il mercato mondiale presentando bibite dai gusti differenti a seconda delle preferenze locali.
Non solo, ma la Coca Cola ha dato vita ad una nuova strategia di marketing per assecondare i nuovi trend dei consumatori, focalizzati su bevande energetiche e acqua a discapito del settore soda, in calo e ai minimi dagli anni 80. Forte dei suoi 500 brand e dei 3.500 prodotti in catalogo, l'azienda di Atlanta deve lamentare un 2017.

La rivoluzione di Coca Cola

Il gigante delle bollicine ad esempio ha riportato nel 2017 un utile netto di 1,248 miliardi, 29 centesimi per azione, in calo dell’81% rispetto ai 6,527 miliardi del 2016.

Il giro d’affari è sceso del 15% a 35,41 miliardi.Il quarto trimestre del 2017 in rosso per 2,75 miliardi di dollari a causa dell'onere da 3,6 miliardi addebitato dalle tasse americane al cui netto, i ricavi dell'ultimo trimestre 2017 sarebbe a 7,5 miliardi, oltre i 7,4 previsti dal mercato.
Uno slancio il cui merito va, appunto, a bevande, acqua, succhi e tè. Ma la strategia di Coca Cola si basa anche su una serie di tagli che faranno risparmiare oltre 800 milioni di dollari e su una serie di acquisizioni, non ultime quelle di Honest Tea, Fairlife e Suja Life, produttrici di bevande a base di frutta e latte.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.