-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 28 marzo 2018

Bond News: Euromacro


Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
Aumenta la fiducia dei consumatori in Germania. Secondo i risultati preliminari del Gfk Consumer Climate Study, la fiducia dei consumatori è attesa in crescita ad aprile a 10,9 punti dai 10,8 punti della rilevazione precedente, risultando lievemente superiore al consensus fissato a 10,7 punti.
In Francia la fiducia dei consumatori nelle attività economiche è stabile.
L'Insee ha comunicato che a marzo 2018, il clima degli affari si è attestato a 100 punti dopo aver raggiunto il livello più alto da dieci anni lo scorso dicembre. L'indicatore sintetico ha guadagnato 6 punti dopo aver perso 5 punti a febbbraio. Il saldo corrispondente rimane leggermente al di sotto della media a lungo termine.
In Spagna a febbraio le vendite al dettaglio sono cresciute dell'1,9% rispetto allo stesso periodo del 2017, dal + ì2,2% della lettura precedente.
In Italia l'Istat rende noto che nel mese gennaio, per il fatturato dell'industria si rileva, dopo tre mesi consecutivi di crescita, particolarmente marcata a dicembre, un calo congiunturale (-2,8%); nella media degli ultimi tre mesi, si registra, comunque, un incremento congiunturale del 2,1%.
Anche per gli ordinativi, a gennaio si rileva una flessione congiunturale (-4,5%) che segue l'accelerazione registrata a dicembre 2017; la dinamica congiunturale degli ultimi tre mesi rimane tuttavia positiva (+1,7%).
La diminuzione congiunturale del fatturato a gennaio è pari a -2,8% sia sul mercato interno sia su quello estero.

Anche gli ordinativi segnano decrementi su entrambi i mercati (-6,4% per il mercato interno e -1,9% per quello estero).
Gli indici destagionalizzati del fatturato mostrano diminuzioni congiunturali diffuse in tutti i raggruppamenti principali di industrie, più rilevanti per i beni strumentali (-5,8%).
Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 22 contro i 21 di gennaio 2017) il fatturato totale cresce in termini tendenziali del 5,3%, con incrementi del 4,6% sul mercato interno e del 6,3% su quello estero.
L'indice grezzo del fatturato aumenta, in termini tendenziali, dell'8,6%: il contributo più ampio a tale incremento viene dalla componente interna dei beni intermedi.
Per il fatturato il settore che registra il maggiore incremento è quello della metallurgia (+13,2%); mentre l'unica variazione negativa nel comparto manifatturiero si rileva per i mezzi di trasporto (-1,9%).
Nel confronto con il mese di gennaio 2017, l'indice grezzo degli ordinativi segna un aumento del 9,6%.

L'incremento più rilevante si registra nella fabbricazione di macchinari (+16,6%).
Nel Regno Unito la Confederation of British Industry (CBI) ha annunciato che l'indice relativo alle vendite al dettaglio e' risultato pari a -8 punti in marzo, inferiore alle attese fissate su un indice di 7 punti e alla rilevazione di febbraio fissata a 8 punti.
Aste in Europa:
- Il Tesoro ha collocato BTP per un totale di 7,500 miliardi di euro.
Sono stati assegnati BTP 2023 (isin IT0005325946) per 2,500 mld di euro. Il rendimento si è attestato allo 0,68% in calo di 21 punti base dell'asta di fine febbraio e bid to cover pari a 1,78. Sono stati inoltre assegnati 3,000 mld di euro in BTP febbraio 2028 (isin IT0005323032). Il rendimento medio si è attestato all' 1,83% in calo di 23 punti base da quello dell'asta precedente.

La domanda ha superato l'offerta di 1,30 volte. Sono stati infine allocati 2,000 mld di euro in CCTeu aprile 2025 (Isin IT0005311508) allo 0,35% in calo di 6 punti base dall'asta precedente e con rapporto di copertura pari a 1,45.
Aumentano i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 668,207 miliardi di euro, dai 663,573 miliardi della lettura precedente.
Salgono a 110 milioni i prestiti marginali da 105 milioni della rilevazione precedente.
Spread BTP/Bund a 126 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all'1,76%.
Poco mossi i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di giugno sale a 159,32 punti (+0,02%) ed il Bobl future si attesta a 131,18 punti (+0,04%).
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.