-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 2 febbraio 2018

Rubati 532 Milioni di NEM: il governo giapponese indaga


Il capo della BOJ afferma che gli exchange valutari virtuali dovrebbero migliorare le misure di sicurezza. Il governatore della Banca del Giappone (BOJ), Haruhiko Kuroda, ha dichiarato nella giornata di mercoledì che gli operatori di scambi virtuali di valuta digitale dovrebbero intensificare le misure per spiegare i potenziali rischi per gli investitori e migliorare le misure di sicurezza.

Le dichiarazioni di Kuroda

Ecco le sue parole
I fornitori di servizi di criptovaluta devono spiegare i rischi agli investitori in modo proattivo e adottare misure di sicurezza sufficienti
Ha aggiunto che per gli scambi virtuali, "stabilità e sicurezza" sono di primaria importanza e che gli investitori devono essere consapevoli dei rischi delle transazioni che utilizzano le criptovalute.

Il caso Coincheck e le precauzioni del governo giapponese

Le osservazioni del capo della banca centrale sono state fatte dopo che Coincheck, con sede a Tokyo, ha dichiarato di aver perso 532 milioni di criptovalute NEM in dollari USA, in un attacco da parte degli hacker. Il 26 gennaio, il cambio di valuta virtuale ha fermato la maggior parte delle sue operazioni, affermando in seguito che tutte le proprietà dei suoi clienti delle monete meno conosciute della criptovaluta NEM erano state rubate.
Le perdite della criptovaluta NEM nel cyber-attacco a Coincheck sono state le più grandi di sempre per quanto riguarda una violazione di sicurezza. L'azienda ha dichiarato che 260.000 dei suoi clienti interessati sarebbero stati risarciti per 46 miliardi di yen (432 milioni di dollari USA) in contanti. Lunedì, il controllore finanziario giapponese ha emesso un ordine di miglioramento aziendale per non avere sufficienti misure di sicurezza per prevenire tali attacchi.

L'agenzia ha incaricato Coincheck di indagare sulle cause della violazione e di riportare le sue future misure preventive entro il 13 febbraio.

La versione di Coinchek

Il quotidiano giapponese Kyodo News ha affermato di aver confermato che circa 530 milioni di dollari americani (in monete NEM) che sono state rubate, sono state distribuite a circa 20 indirizzi digitali per evitare di essere rintracciati.
Questo avveniva dopo che le monete venivano inizialmente trasferite a un unico indirizzo anonimo prima di essere disperse. In passato, Coincheck aveva dichiarato che le monete digitali rubate erano state tracciate ma non erano ancora state convertite in denaro.
La Fondazione NEM.io, con sede a Singapore, sta aiutando Coincheck a rintracciare le monete rubate e ha dichiarato che le ha "etichettate" come beni rubati.

Le monete rubate nel cyber-furto sono state archiviate in un portafoglio digitale al momento (secondo Coincheck) ma che non è sicuro come un portafoglio offline. In passato, quest'azienda era stata avvertita dal governo finanziario giapponese di conservare le sue monete in questo modo. L'iscrizione di Coincheck al governo, tuttavia, era ancora in attesa di approvazione al momento del furto e anche il dipartimento di polizia metropolitana di Tokyo al momento sta indagando sul caso.
Autore: Luca Luongo Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.