-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 1 febbraio 2018

Petrolio Analisi Fondamentale Giornaliera, Previsioni – A stabilire la direzione saranno i fondi speculativi

Mercoledì il petrolio greggio statunitense West Texas Intermediate e lo standard internazionale, il Brent, si sono mossi in rialzo nonostante un incremento delle scorte superiore alle aspettative. I trader ritengono che la forte adesione al piano di tagli alla produzione voluto dall’Opec abbia compensato la notizia secondo la quale la produzione USA, per la prima volta da quasi mezzo secolo, avrebbe superato i 10 milioni di barili al giorno.
I future sul petrolio greggio WTI con scadenza a marzo hanno chiuso a $ 64,73, in rialzo di $ 0,23 (+0,36%), mentre i future sul petrolio greggio Brent con scadenza ad aprile hanno concluso la sessione a $ 68,89, in rialzo di $ 0,37 (+0,54%).
WTI marzo, grafico giornaliero
Mercoledì l’agenzia di informazione sull’energia USA (EIA) ha pubblicato i dati sulle riserve di petrolio segnalando – in riferimento alla settimana conclusasi il 26 gennaio – un incremento di 6,8 milioni di barili, dopo 10 prelievi settimanali consecutivi. Gli analisti prevedevano un calo di 126.000 barili.
Le riserve di benzina, invece, registrano una flessione imprevista pari a 2 milioni di barili, a fronte di un incremento di 1,8 milioni previsto da gli analisti – dati che hanno contribuito a spingere i future sulla benzina in rialzo.
Secondo i dati della EIA, le riserve di distillato scendono di 1,9 milioni di barili, a fronte di un calo di 1,5 milioni di barili previsto.
Brent, aprile, grafico giornaliero

Previsioni

Secondo i dati pubblicati mercoledì dell’agenzia, nel mese di novembre – per la prima volta da inizio dal 1970 – la produzione di petrolio USA avrebbe superato i 10 milioni di barili al giorno, avvicinando ai massimi storici. La notizia comunque non è bastata a dissuadere gli acquirenti; è stata infatti riportato un aumento dell’adesione al programma di controllo della produzione, salita nel mese di dicembre da 137% al 138%, lasciando intendere che l’impegno da parte dei paesi dell’Opec non riluce nonostante i prezzi siano ai massimi dal 2014.
I fondamentali sembrano indicare un mercato del petrolio greggio in stallo: questo mi induce a credere che a controllare l’azione di prezzo saranno i fondi speculativi, che dovranno continuare a comprare inseguendo il mercato rialzo alimentando il rally, altrimenti il mercato crollerà all’interno di una zona di valore.
In questo momento il livello chiave nel grafico del WTI è $ 64,11, corrispondente al 50% o prezzo pivot, che controlla la direzione del mercato. Un movimento sostenuto sopra tale livello indicherà l’ingresso degli acquirenti a sostegno del mercato; un movimento sostenuto al di sotto segnalerà le prese di beneficio da parte di fondi speculativi che probabilmente puntano su un pullback in una zona di valore.
Se il livello di supporto corrispondente a $ 64,11 dovesse cedere, assisteremo probabilmente a un pullback fino quanto meno a $ 61,37. Dato che i fondamentali nel lungo termine sono rialzisti, gli acquirenti probabilmente si faranno vive su un test di questo livello.
Martedì il trend sul mercato del brent ha subito un’inversione ribassista, ma l’estensione è stata ridotta. In un’ottica di breve termine, il livello principale da tenere sotto osservazione in giornata è $ 69,28. Se i venditori si faranno vivi su un test di questo livello, probabilmente nel breve termine ci muoveremo in ribasso.
Un’eventuale estensione ribassista potrebbe portare a un movimento all’interno di $ 66,03-$ 64,91.
This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.