-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 27 febbraio 2018

Focus su Wall Street: SunPower


Crisi dei petroliferi e pressioni per un cambio del trend sugli energetici: le rinnovabili hanno trovato nuova linfa per il futuro. Questa l'opinione di Travis Hoium che tra i vari titoli del settore è passato ad analizzare SunPower Corporation ( NASDAQ: SPWR), titolo che potrebbe essere finalmente ad una svolta.
Dopo anni di difficoltà causati da costi eccessivi rispetto a quelli della concorrenza, la società, fa notare Hoium, si sta concentrando sulle sue radici come produttore di energia solare, una strategia che potrebbe ripagare già quest'anno.

I piani di crescita del titolo

I piani di crescita di SunPower nel 2018 prevedono, tra le altre cose, anche una joint venture di SunPower (JV) in Cina, dove attualmente può contare su circa due terzi dei 700 MW di capacità (l'altro terzo è destinato agli sviluppatori cinesi).

Ma Pechino è solo il primo step di una serie di iniziative che daranno frutti nel 2019. La direzione ha recentemente affermato che la capacità della joint venture in Cina sarà di circa 2 GW ma è destinata a crescere nel corso dei prossimi mesi. Il totale della capacità produttiva di SunPower divisa tra Filippine, dove l'azienda possiede una struttura di quasi 60mila metri quadri potenzialmente utilizzabile per rafforzare la produzione di celle solari ad alta efficienza, e Messico (entrambi gli orizzonti registrano una capacità produttiva di 400 MW), Malaysia (800 MW) dove la società è in procinto di aumentare la sua produzione dicelle solari ad alta efficienza (NGT) e la già citata Cina (700 MW di capacità) porterebbe a un totale di 2,3 GW che potrebbe arrivare a fine 2018 a 3,6 GW, ovvero il 57% anno su anno.

Non solo, ma sempre sul fronte cinese le previsioni parlano di un ulteriore aumento della produzione fino a 5 GW nei prossimi cinque anni.

La fase di transizione

Il report di Hoium, però, sottolinea un fattore decisivo: la crescita della produzione non equivale alla crescita dei ricavi.
Se infatti la produzione crescerà nel 2018, ciò non significa necessariamente che le entrate arriveranno parallelamente. La ragione alla base di questo è il fatto che attualmente SunPower sta trasformando la propria attività dando vita ad una transizione verso un modello di business più focalizzato sulla vendita di componenti piuttosto che sullo sviluppo del sistema.

Ciò significa che le entrate per watt venduti diminuiranno, ma anche che i margini lordi saliranno proprio mentre si dovrebbe espandere la rete arrivando ad occupare più mercati. Una metamorfosi che, come detto, pagherà con il tempo: numeri alla mano Hoium ricorda che tra il 2017 e la fine del 2019, si potrebbe vedere la capacità di produzione complessiva di SunPower crescere oltre il 160%, cifra che potrebbe anche rafforzarsi nel prossimo futuro grazie anche a margini più elevati e all'apporto dato da un pannello solare più flessibile e competitivo.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.