-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 28 febbraio 2018

Bond News: Euromacro


Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
In lieve calo la fiducia dei consumatori in Germania. Secondo i risultati preliminari del Gfk Consumer Climate Study, la fiducia dei consumatori è attesa in lieve calo a marzo a 10,8 punti dagli 11 punti della rilevazione precedente, risultando pari al consensus fissato a 10,8 punti.
In Francia l'Insee ha reso noto che nel mese di gennaio la spesa per consumi e' diminuita dell'1,9% su base mensile, dopo un decremento dell'1,2% rilevato il mese precedente.

Gli addetti ai lavori avevano stimato una crescita contenuta pari allo 0,5%.
In Francia l'Ufficio di Statistica Insee ha pubblicato i dati preliminari sull'inflazione. Nel mese di febbraio l'indice dei prezzi al consumo è atteso stabile su base mensile (consensus -0,3%) ma è atteso in crescita dell'1,2% su base annuale (a gennaio era cresciuto dell'1,3%).
L'indice armonizzato dovrebbe crescere dell'1,3% su base annua dal +1,5% di gennaio.
In Francia L'Insee ha reso noto che il dato preliminare del Pil relativo al quarto trimestre (seconda stima) e' cresciuto dello 0,6% su base trimestrale, in linea al consensus e in crescita dal +0,5% rilevato nel trimestre precedente.In media nel corso dell'anno, il PIL ha registrato un'accelerazione marcata nel 2017: + 2,0% dopo + 1,1% nel 2016.Gli investimenti fissi lordi (GFCF) sono lievemente accelerati (+ 1,2% dopo + 0,9%) mentre le spese per consumi delle famiglie sono diminuite (+ 0,2% dopo + 0,6%).

Complessivamente, la domanda interna finale, escluse le variazioni delle scorte, ha contribuito di + 0,5 punti alla crescita del PIL nel quarto trimestre 2017 (dopo +0,6 punti).Il saldo del commercio estero ha contribuito positivamente alla crescita del PIL (+0,6 punti dopo -0,4 punti): le esportazioni sono cresciute (+ 2,4% dopo + 1,0%) mentre le importazioni hanno subito un forte rallentamento (+ 0,3% dopo + 2,2%).
Al contrario, le variazioni delle scorte hanno contribuito negativamente (-0,4 punti dopo +0,3 punti).
In Germania nel mese di febbraio il tasso di disoccupazione si e' attestato al 5,4%, risultando in linea con le attese e con la rilevazione precedente. Il numero di disoccupati e' diminuito di 22 mila unità a fronte di un calo atteso di 15 mila unità e dopo un calo di 25 mila unità in gennaio.
Nel mese di febbraio 2018, secondo le stime preliminari dell'Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,1% su base mensile e dello 0,6% su base annua (da +0,9% di gennaio).La frenata dell'inflazione si deve quasi esclusivamente alle componenti più volatili e in particolare al calo dei prezzi degli Alimentari non lavorati (-3,2%, che invertono la tendenza da +0,4% di gennaio), cui si aggiunge il rallentamento della crescita dei prezzi dei Beni energetici, soprattutto di quelli regolamentati (+5,2% da +6,4%).Pertanto, l'"inflazione di fondo", al netto degli energetici e degli alimentari freschi sale di un decimo di punto percentuale (+0,7% da +0,6% di gennaio) mentre quella al netto dei soli Beni energetici si dimezza e si attesta a +0,3% (dal +0,6% registrato nel mese precedente).Il leggero aumento su base mensile dell'indice generale è dovuto principalmente al rialzo, influenzato da fattori stagionali, dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+1,5%), in parte bilanciato dal ribasso dei prezzi dei Beni alimentari non lavorati (-0,7%) e di quelli dei Beni durevoli (-0,5%).Su base annua la crescita dei prezzi dei beni decelera (+0,5% da +1,3% di gennaio) mentre accelera, seppur di poco, quella dei servizi (+0,8% da +0,6%).

Il differenziale inflazionistico tra servizi e beni torna quindi positivo dopo cinque mesi risultando pari a +0,3 punti percentuali (era -0,7 a gennaio).L'inflazione acquisita per il 2018 è pari a +0,5% per l'indice generale e +0,1% per la componente di fondo.I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona diminuiscono dello 0,2% su base mensile e dello 0,1% su base annua (da +1,2% di gennaio).I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto scendono dello 0,1% in termini congiunturali e crescono dello 0,5% in termini tendenziali (in attenuazione da +1,3% del mese precedente).Secondo le stime preliminari, l'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) diminuisce dello 0,3% su base mensile e aumenta dello 0,7% su base annua (era +1,2% a gennaio).
Scendono i depositi overnight presso la Bce.

L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 673,733 miliardi di euro, dai 681,594 miliardi della lettura precedente. Scendono a 20 milioni di euro i prestiti marginali da 25 milioni di euro della rilevazione precedente.
Spread BTP/Bund a 132 punti base nel pomeriggio.
Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all'1,98%.
In verde i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di marzo sale a 159,43 punti (+0,14%) ed il Bobl future si attesta a 131,03 punti (+0,08%).
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.