-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 8 gennaio 2018

Materie prime in rally


L'indice Crb torna sui livelli di un anno fa. Le materie prime hanno messo a segno una reazione decisa dal supporto a 183/184, media mobile a 100 giorni, prendendo così la rincorsa per oltrepassare i massimi autunnali a 193 circa. Nelle prime sedute del 2018 le quotazioni si sono lasciate alle spalle anche questo ostacolo puntando verso target a 196 circa, top toccato proprio nelle prime sedute del 2017 che già nel 2016 aveva frenato le ambizioni di crescita, spingendosi verso il lato superiore del canale che sale dai minimi di giugno.

L'arrivo su questi ostacoli potrebbe rallentare il movimento ascendente partito a metà dicembre, sebbene solo il ritorno sotto quota 190 potrebbe compromettere quanto di buono fatto nelle ultime settimane favorendo il ritorno sui supporti a 185 e 183 circa. Oltre area 196/197 si aprirebbero invece spazi di crescita verso 200/203 punti almeno.
Petrolio Wti sui massimi da due anni.
Il 26 dicembre le quotazioni del greggio sono salite oltre 59 dollari rompendo al rialzo il triangolo di consolidamento in formazione dai massimi di novembre. Tale circostanza ha ridato linfa all'uptrend partito lo scorso giugno spingendo i prezzi fino a quota 62, livello più alto da maggio 2015.

Il target del movimento potrebbe però essere più ambizioso e collocarsi in area 70, sul lato superiore del canale crescente disegnato dai minimi del 2016. L'attuale scenario positivo perderebbe invece forza sotto area 58,30. Conferme negative giungerebbero poi sotto area 56 preludio al ritorno sotto area 54/55, in passato una resistenza tenace e ora supporto di rilievo chiamato a contrastare eventuali ripiegamenti.
Oro sopra i 1300 dollari a inizio 2018. Dopo essersi spinto fino a un minimo a 1236 dollari circa, il metallo prezioso ha messo a segno una reazione decisa nel corso della di dicembre. I prezzi dovranno comunque confermarsi oltre l'ostacolo a 1306 dollari per rivedere i massimi estivi a quota 1357.

Una vittoria anche su questi massimi preannuncerebbe un allungo fino a 1375, massimi del 2016. Difficoltà nel superare area 1360 insinuerebbero invece nuovi dubbi sulla capacità di crescita dei prezzi prospettando l'avvio di movimenti laterali in un range compreso tra 1250 e 1350 dollari, con baricentro a 1290, media mobile a 100 giorni.
(CC )
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.