-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 26 gennaio 2018

L'analisi tecnica sui principali listini europei

 
FTSE MIB
Ieri il FTSE Mib ha testato con precisione chirurgica i supporti grafici a 23.600 punti, disegnando sul daily chart una candela di indecisione caratterizzata da un’ombra rialzista molto ampia che ha sfiorato per una breve frazione nel corso della seduta le resistenze statiche a 23.800 punti. Di (KSE: 003160.KS - notizie) fatto il massimo intraday di ieri è stato il terzo decrescente consecutivo, segnalando un indebolimento del trend primario del mercato. Per completare il quadro segnaliamo una tendenza decrescente dei volumi giornalieri in atto dal 10 di gennaio. Per l’operatività odierna segnaliamo come livelli da tenere sotto monitoraggio i supporti statici a 23.543 e 23. 474 punti, fra i quali si trova in transito la trendline rialzista che unisce i minimi del 30 giugno e 29 agosto 2017.
SCENARIO RIALZISTA
Long a 23.540 punti con target primario a 23.900 e a 24.000 punti. Stop sotto i minimi di ieri a 23.438 punti.
SCENARIO RIBASSISTA
Posizioni short sulla debolezza a 23.610 punti, con stop a 23.820 punti, target a 23.500 e 23.474 punti.
EUROSTOXX 50
Il mercato azionario europeo ieri ha risentito di una repentina impennata della volatilità in concomitanza con la riunione del board Bce (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) e successiva conferenza del presidente Mario Draghi. L’Eurostoxx 50 ha disegnato una candela d’incertezza, caratterizzata da ombre molto ampie, ed ha proseguito il movimento ribassista avviato ad inizio settimana in direzione dei supporti statici a 3.600 punti. Anche in questo caso, il mercato sta risentendo in maniera negativa della serie di massimi decrescenti visibili su un orizzonte temporale giornaliero ma anche intraday. Per la seduta odierna sarà importante monitorare l’atteggiamento del mercato su contatto con i mini supporti a 3.620, punto di rottura della trendline di breve termine disegnata sul chart a 30 minuti unendo i minimi dell’11 e 17 gennaio 2017.
SCENARIO RIALZISTA
Long a 3.620 punti, con stop a 3.614 punti. Primo target stimato a 3.650 e successivo a 3.700 punti.
SCENARIO RIBASSISTA
Short a 3.655 punti, stop a 3.660 punti, avrebbero target a 3.600 e 3.580 punti.
DAX
Con la seduta di ieri il DAX ha confermato la conformazione tecnica delle due sedute precedenti, nota nel gergo tecnico come bull trap, nella pratica il falso breakout della resistenza a 13.500 punti. Il movimento è stato finalizzato nel pomeriggio di ieri, quando le quotazioni hanno completato con precisione chirurgica il pullback sulla trendline disegnata unendo i top decrescenti del 9 e 16 gennaio scorsi. La permanenza dei prezzi al di sopra di questo supporto di matrice dinamica è fondamentale per la tenuta dell’impostazione grafica di medio periodo. L’eventuale breakout di tale trendline coinciderebbe infatti con il cedimento delle ex resistenze statiche a 13.200 punti.
SCENARIO RIALZISTA
Posizioni long a 13.220 punti, stop sotto 13.137 punti e target a 13.400 e 13.425 punti.
SCENARIO RIBASSISTA
Short sulla debolezza 13.434 punti, stop a 13.445 punti. Target a 13.200 e 13.000 punti.
Contenuti pubblicati integralmente sul sito  Investimenti Bnp Paribas

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.