-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 5 gennaio 2018

Dietrofront sulle buste bio: si potranno portare anche da casa ma devono essere nuove

Il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galetti, ha annunciato la possibilità di portarsi da casa i famigerati sacchetti. (Getty)
di Fabrizio Arnhold
Il governo dopo le proteste ci ripensa. I sacchetti della discordia, quelli bio che hanno sostituito dal primo gennaio le buste di plastica nel reparto della frutta e verdura, “si potranno portare da casa” basta che siano nuovi. Non si possono riutilizzare per motivi igienici. Chi controllerà che effettivamente siano buste nuove ogni volta resta un mistero. In teoria l’esercente, ma nella pratica chissà.
I nuovi sacchetti biodegradabili costano 2 centesimi l’uno e hanno scatenato feroci proteste da parte dei consumatori che hanno inteso l’iniziativa del governo come un ulteriore balzello che grava sulla loro spesa. Si tratta di circa quindici euro all’anno, ma non è una questione di soldi, diventa di principio. Anche perché solo l’Italia ha recapito questa direttiva europea con una legge infilata nel decreto del Mezzogiorno agostano, facendo pagare – poco – i cittadini per combattere l’inquinamento della plastica e per fare arricchire – tanto – chi questi sacchettini sottili li produce.
Il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galetti, ha annunciato la possibilità di portarsi da casa i famigerati sacchetti. Ammesso che rispettino rigidi standard: sacchetti di plastica biodegradabile monouso, con spessore sotto i 15 micron e realizzati con almeno il 40 per cento di materia prima rinnovabile. Chi decide di comprarli altrove difficilmente troverà tariffe più basse ai 2 centesimi richiesti al supermercato. Come dire, tanto vale.
La novità del sacchetto monouso portato da casa è accolta con scetticismo dal presidente di Federdistribuzione Giovanni Cobolli Gigli. “Il fatto che si possano portare da casa sacchetti nuovi per la spesa di frutta e verdura è pura teoria, perché il consumatore per essere in regola dovrà trovare esattamente quelli che si usano nei punti vendita, dello stesso peso, biodegradabili e biocompostabili”. Impresa quasi impossibile. Meglio mettersi l’anima in pace: bisognerà pagare i 2 cent per sportina, ogni volta che pesiamo carote e mele.
Leggi anche:

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.