-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 26 gennaio 2018

Bond oggi: Maduro gioca duro e punta alle Petroemissioni

 
Domanda del giorno, della settimana e del mese: fino a quando il Venezuela continuerà a pagare le cedole dei suoi bond? Risposta impossibile, sebbene negli ultimi giorni si sia tornata a vedere un po’ di fiducia. Le quotazioni di tutte le emissioni risalite sui 25 $ e in alcuni casi leggermente sopra hanno portato a un tentativo di stabilizzazione su quel livello che solitamente si registra in fase di pre-ristrutturazione pilotata di un debito governativo. Intanto la decisione dell’Assemblea nazionale di indire elezioni anticipate ad aprile, scelta voluta dal Presidente Maduro, allo scopo di trovare benzina nella debolezza dell’opposizione e di dare forza alla propria sopravvivenza politica, potrebbe obbligarlo a fare in modo che le quotazioni delle obbligazioni venezuelane restino ferme nei prossimi mesi. Lui non può certo andare al voto con un debito in default. Quindi si sta inventando ogni scappatoia per ingessare la situazione di breve termine. Ma cosa succederà dopo?
Farsa oppure no
Prima di ipotizzare una risposta in merito occorre domandarsi se le elezioni anticipate saranno solo una commedia? I timori in tal senso sono diffusi e fanno capire che non fidarsi delle evoluzioni successive è consigliabile. Detto della politica (passaggio inevitabile per capire il quadro generale del Paese), vediamo cosa ipotizzano – o forse sarebbe meglio dire sussurrano – i mercati in merito al debito venezuelano. E qui si torna nell’ambito della farsa, poiché da Caracas giungono segnali di voler promuovere l’alternativa della cosiddetta petrocriptovaluta, denominata appunto Petro. Maduro nega che si tratti di una criptomoneta, per un semplice motivo: ha un sottostante fisico e ne avrà altri in futuro. Inizialmente si tratterà del petrolio, con un Petro che varrà un barile, e successivamente scatterà una correlazione anche con gas, oro e diamanti, di cui il sottosuolo venezuelano è straricco. Ne consegue l’ipotesi di una ristrutturazione del debito impostata proprio con il passaggio dalla valuta d’origine, il dollaro, al Petro. Una congettura fantasiosa, per ora destinata a restare tale, sebbene ben presente nella mente di Maduro.
Valutazioni corrette?
Gli operatori professionali non guardano ancora a questa supposizione e si chiedono se i prezzi attuali sui 25 $ siano sottostimati o sovrastimati. Sul primo fronte si collocano coloro che sperano nell’abolizione – almeno parziale – del divieto da parte Usa di partecipare, nel caso dei gestori nazionali, alla ristrutturazione del debito. Sono voci che non trovano però riscontro nelle dichiarazioni di Washington; anzi l’ipotesi di un successo alle elezioni politiche degli uomini di Maduro indispettisce Trump e il suo staff. Ma c’è anche una prima linea di gestori convinti di un fatto: il valore medio degli “haircuts”, cioè delle riduzioni di valore nominale nei casi di default governativi – e comunque presto o tardi anche il Venezuela dovrà annunciarlo – si attesta sul 37%, quindi sopra le quotazioni attuali delle obbligazioni di Caracas. Il tasso di recupero indicato si basa sulla media delle ristrutturazioni recenti, quelle di Costa d’Avorio, Belize, Argentina, Ucraina e Mozambico. L’ipotesi regge? Con Maduro tutto è possibile e ciò rappresenta la motivazione di chi sovrastima gli attuali prezzi di mercato. 
Risposte impossibili a quesiti complessi
La complessità del quadro impedisce di ipotizzare riscontri a chi chiede se le cedole continueranno a essere pagate e se e quando avverrà la ristrutturazione. Sul primo fronte fino ad aprile si dovrebbe essere sicuri, anche a costo di prosciugare le casse pubbliche. Poi tutto dipenderà – come per l’ipotesi di passaggio alla Petrovaluta – dall’esito delle elezioni. Un successo di Maduro gli consentirebbe di continuare a giocare al gatto con il topo, come ha fatto finora. Un insuccesso aprirebbe a nuovi scenari, oggi difficili da immaginare. 

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.