-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 1 dicembre 2017

USA: l'impatto sul deficit divide i repubblicani sul "tax bill"


Un nuovo rinvio sul "tax bill", il provvedimento di alleggerimento fiscale per le imprese statunitensi (e non solo) al vaglio del Senato USA, innervosisce i mercati.
La CNN parla di "snag", un intoppo materializzatosi con l'annuncio del leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell di proseguire oggi, venerdì primo dicembre 2017, con le votazioni mentre i leader repubblicani sono alle prese con i rischi del deficit connessi.
In particolare il senatore repubblicano Bob Corker *avrebbe dichiarato di non essere disposto a votare il "tax bill" nel caso in cui si fosse generato un incremento del deficit anche di "un solo penny" e avrebbe condizionato il proprio supporto alla manovra soltanto a una eventuale previsione di incremento automatico delle tasse qualora il "tax bill" non avesse generato l'attesa crescita economica.

Una sorta di clausola di salvaguardia tesa a scongiurare impatti sull'elevato deficit statunitense derivanti dalle nuove norme. La proposta è stata però rigettata e quindi si è deciso di aggiornare il dibattito sul tema, uno dei più importanti per l'Amministrazione Trump, *alle 10 del mattino (orario USA) di oggi al Senato
.
Il New York Times ricorda che lo staff della *Joint Committee on taxation *ha stimato nel periodo 2018-2027 *un impatto sul deficit USA di oltre mille miliardi di dollari *(1006,7 miliardi per l'esattezza) dal tax bill, anche al netto delle attese di crescita economica che la manovra potrebbe generare.
Un sostegno alla manovra è invece giunto dal senatore John McCain,* *che pure ha ammesso delle preoccupazioni sul deficit e ha affermato che il tax bill non è perfetto.
(GD - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.