-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 4 dicembre 2017

UniCredit, Vita: splende il sole su Milano e sulla banca

Milano, 4 dic. (askanews) - "Giornata storica. E' la prima assemblea a Milano nella splendida cornice del nostro Pavillon. Il sole splende su Milano, il sole splende su UniCredit, rispetto anche ad altre esperienze del passato". Lo ha detto il presidente di UniCredit, Giuseppe Vita, in apertura dell'assemblea chiamata a sancire una svolta epocale nella governance del gruppo.
Vita ha poi ringraziato gli azionisti per "la fiducia accordata alla banca, che ha determinato "il grande successo del recente aumento di capitale. Significa che avete riconosciuto la validità del nostro piano industriale e la capacità del nostro management di realizzarlo. Si tratta anche di un atto di fiducia verso l'Italia e il nostro sistema-Paese e questo ci aiuta a guardare avanti con entusiasmo e determinazione".
"Anche se oggi non parliamo di cifre, lasciatemi dire che la banca sta andando bene. I risultati conseguiti nove mesi dell'anno testimoniano che stiamo percorrendo la strada tracciata in linea e anzi forse meglio dei nostri piani. l mercato sta premiando quanto stiamo facendo: la performance di Borsa di UniCredit da inizio anno (+25%) è superiore a quella delle banche italiane (Indice Ftse banche +19%) ed europee (Eurostoxx 600 banche +60%)", ha aggiunto.
"Siamo consapevoli - ha detto ancora Vita - che siamo solo all'inizio del cammino illustrato lo scorso gennaio, ma siamo anche fiduciosi per il futuro, forti anche di un rafforzamento congiunturale che finalmente sembra consolidarsi sia in Europa che in Italia".
"Quando partecipo a un incontro nel Pavillon - ha rilevato Vita - sono solito ribadire che questa coniuga due importanti caratteristiche oggi richieste alle aziende: innovazione e cambiamento. E sono proprio questi due elementi che, in un certo senso, caratterizzano l'assemblea odierna: nella parte straordinaria della riunione vi chiediamo, infatti, di esprimervi sulle azioni di cambiamento e, lasciatemi dire, di rafforzamento della governance che abbiamo deciso di proporre per allinearci alle migliori prassi di mercato".
Azioni che, ha sottolineato il presidente, "sono dirette principalmente a migliorare e semplificare la struttura di governance di UniCredit, e rispondono alle richieste del mercato internazionale, il cui peso nell'azionariato del gruppo è indubbiamente cresciuto dopo il recente aumento di capitale ed è pari a circa il 75% da libro soci. Ante aumento era già al 60%. Non va dimenticato, peraltro, che la governance rappresenta un'area chiave, valutata oltre che dagli investitori anche dalle autorità di supervisione. E' quindi quantomai importante continuare ad agire per migliorare l'efficacia e l'efficienza in quanto in grado di incidere sul valore dell'azienda".
Le proposte di oggi come quelle varate begli ultimi anni, ha sottolineato Vita sono caratterizzate di "fare di UniCredit una banca più efficiente, più flessibile e più redditizia, capace di cogliere ogni opportunità di creazione di valore per tutti gli stakeholder. Anche alla luce dei cambiamenti che oggi vi presentiamo - ha concluso - sono convinto che UniCredit avrà tutte le carte in regola per affrontare nuove sfide competitive e per continuare ad occupare una posizione di rilievo nel panorama bancario globale".
Tra i punti più significativi, l'assemblea prevede l'attribuzione al Cda della facoltà di presentare una propria lista di candidati alla carica di amministratore e l'incremento da uno a due del numero degli amministratori tratti dalla lista di minoranza. E' poi prevista l'eliminazione del limite del 5% all'esercizio del diritto di voto, nonchè la conversione obbligatoria delle azioni di risparmio in azioni ordinarie. E, inoltre, il trasferimento della sede sociale da Roma a Milano.
Consistente presenza all'assemblea di UniCredit per l'approvazione della svolta nella governance. Il capitale complessivamente rappresentato, come ha illustrato il presidente Giuseppe Vita, è pari in avvio al 62,23%, di cui l'1,98% in proprio e il 60,25% per delega. A libro soci, ha riferito il presidente, gli azionisti con partecipazioni superiori alla soglia rilevante del 3% sono Capital Research and Management Company con il 5,072% e Aabar Luxemburg con il 5,038%, le cui quote risultano essere invariate.
Nella parte straordinaria, l'assemblea prevede l'attribuzione al Cda della facoltà di presentare una propria lista di candidati alla carica di amministratore e l'incremento da uno a due del numero degli amministratori tratti dalla lista di minoranza.
E' poi prevista l'eliminazione del limite del 5% all'esercizio del diritto di voto, nonchè la conversione obbligatoria delle azioni di risparmio in azioni ordinarie. E, infine, il trasferimento della Sede Sociale da Roma a Milano.
Nella parte ordinaria, l'assemblea deve deliberare sull'integrazione del collegio sindacale.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.