-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 22 dicembre 2017

Taranto, paga da fame al call center: 33 centesimi l'ora

Uno stipendio mensile di 92 euro, una paga di 33 centesimi all’ora: ecco le condizioni da fame di alcuni lavoratori in un call center con sede a Taranto, aperto da un’azienda di Lecce. Alcune lavoratrici si sarebbero rivolte alla Cgil di Taranto per denunciare non solo questi stipendi inaccettabili, ma pure pratiche lesive della dignità umana e professionale, come ad esempio le pause per il bagno decurtate dalla busta paga.
Call Center (Getty)
Una situazione tremenda che è stata messa nero su bianco, cioè a mezzo stampa, proprio dalla Cgil di Taranto. L’annuncio di lavoro parlava di 12mila euro all’anno ma non si sa bene su quali basi, visto che poi gli stipendi offerti sono stati di gran lunga inferiori alle aspettative. I lavoratori sono arrivati a questo call center tramite un’offerta di lavoro su Subito.it, che ovviamente non ha alcuna responsabilità sulla veridicità o meno delle promesse di questa azienda.
Dopo le promesse, appunto, in fase di colloquio, alcune lavoratrici si sono accorte, al primo bonifico mensile, di essere state raggirate visto che erano stati elargiti loro solamente 92 euro. La giustificazione dell’azienda, a loro specifica domanda sullo stipendio da fame, era che per una pausa di cinque minuti si perdeva l’intera ora di lavoro sostenuta. Non solo: anche un ritardo di 3 minuti all’inizio dell’orario di lavoro (può capitare, basta un posto in meno nel parcheggio o una coda nel traffico o un imprevisto qualsiasi) significava un’ora di stipendio perduta.
In ogni caso la giustificazione non regge: anche decurtando ore per pause e piccoli ritardi, la retribuzione era comunque troppo bassa. Ecco le parole della Cgil: “Subito dopo la conferenza stampa è stato preparato un esposto denuncia delle lavoratrici e del sindacato da inviare alla Procura della Repubblica, ma anche al Sindaco, al Presidente della Provincia e al Prefetto. Siamo certi che vorranno intervenire su una vicenda come questa schierandosi a tutela dei diritti delle persone e del lavoro“. Si parla, in questo caso, di possibile caporalato.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.