-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 14 dicembre 2017

Settore bancario fortemente dinamico

Settore bancario fortemente dinamico
Il settore bancario italiano quest’anno è stato caratterizzato da un forte dinamismo, determinato dallo sforzo delle banche di gestire in via definitiva il portafoglio di NPL. Il 2018 potrebbe essere l’anno della svolta a giudicare dai dati presentati in “The Italian Npl Market: ready for the breakthrough”. Secondo il report curato dal network internazionale di consulenza PwC i crediti deteriorati degli istituti italiani arriveranno, entro il 2017, a quota 250 miliardi di euro, rispetto ai 324 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso.
La trasformazione definitiva nel segmento NPL potrebbe derivare dall’attuale maturità delle banche nella gestione dei portafogli, ma anche da soluzioni di efficientamento della gestione interna degli NPL, da cessioni dirette o strutturazione di cartolarizzazioni e da partnership con player industriali.
A questo proposito è intervenuto Claudio Manetti, Amministratore Delegato di Fire Spa, azienda leader nella tutela del credito che si attesta quarta nella classifica di PwC.
Claudio Manetti, AD di Fire, ha dichiarato:
Il consueto report di PwC sul mercato NPL in Italia fotografa bene il momento attraverso il suo titolo: “Ready (Shanghai: 600090.SS - notizie) for the breakthorugh”. Fire ha intrapreso nel 2016 un percorso di ripensamento totale della propria forma organizzativa e del proprio modo di lavorare, investendo molte risorse sulla tecnologia, sull’innovazione di processo e di cultura manageriale. Il “mondo nuovo” dei portafogli NPL e della gestione di sofferenze e Unlikely to Pay bancari, secured e unsecured, ci ha infatti costretto a cambiare per anticipare quei cambiamenti che oggi sono evidenti per tutti, in una fase di grande concentrazione del mercato. Il più importante risultato è, quindi, ben sintetizzato dalla quarta posizione nella classifica PwC dei servicer, a ridosso di tre competitor appartenenti a grandi gruppi quotati. Il secondo consiste nell’essere indipendenti e pronti per la crescita, in linea col nostro piano strategico e in sintonia con le logiche trasmesse da Banca d’Italia e ECB all’intero sistema bancario. Senza scordare e tralasciare il business dei settori tradizionali, in primis quello finanziario e delle Telco-Utility. 

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.