-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 11 dicembre 2017

Piazza Affari verso un mini rally di Natale. I livelli chiave

 
L'ultima seduta della scorsa settimana si è conclusa con una positiva per le Borse europee che, dopo l'andamento contrastato delle giornate precedenti, hanno imboccato tutte la via dei guadagni. Si è mosso in maniera più cauta il Cac40 con un rialzo dello 0,28%, preceduto dal Dax30 e dal Ftse100 che sono saliti rispettivamente dello 0,83% e dell'1%.
In luce verde anche la conclusion di Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 22.773 punti, in rialzo dell'1,4%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.797 e un minimo a 22.570 punti.
E' preceduto dal segno più anche il bilancio settimanale visto nelle ultime cinque sedute il Ftse Mib ha messo a segno un rialzo del 3,02% rispetto al close del venerdì precedente.
Ftse Mib fuori dal trading range: le attese nel breve
Nelle prime due sedute della settimana l'indice delle blue chips ha recuperato terreno, spingendosi in direzione dei 22.500 punti per poi ripiegare verso area 22.200. Da questo livello si è avuto un rimbalzo che proprio in chiusura di ottava ha spinto le quotazioni a rompere la soglia dei 22.500, con successivo allungo verso area 22.800, livello abbandonato alla fine della prima decade di novembre e non più avvicinato da allora prima di venerdì scorso.
Con il movimento rialzista dell'ultima seduta, il Ftse Mib ha interrotto la fase laterale che durava ormai da metà novembre, aprendosi le porte ad ulteriori progressi nel breve.
Con conferme al di sopra dei 22.800 punti l'indice delle blue chips andrà a testare i massimi dell'anno in area 23.000/23.100. Oltre tale livello ci sarà spazio per una prosecuzione del rialzo verso i 23.500 punti prima e in seguito in direzione dell'importante resistenza in area 24.000 che difficilmente sarà superata in prima battuta.
Eventuali ripiegamenti troveranno ora un primo sostegno in area 22.500, la cui tenuta favorirà una ripresa degli acquisti. Se ciò non dovesse accadere si guarderà nuovamente al sostegno dei 22.200 punti, ma ancor più rilevante sarà la tenuta di area 22.000/21.930 punti.
Con il cedimento di questa soglia di prezzo ci sarà spazio per ulteriori evoluzioni negative verso i 21.500 punti prima e i 21.000 in un secondo momento, anche se il raggiungimento di questo livello appare poco probabile nel breve.  
Vista l'evoluzione delle ultime sedute e in particolari alla luce della chiusura di venerdì scorso sui massimi di giornata, siamo propensi a credere in uno sviluppo rialzista ora.
Le nostre attese sono per un mini rally di Natale che non dovrebbe spingere il Ftse Mib molto in alto nelle prossime sessioni.
Ciò non dovrà stupire nè deludere, visto il buon rialzo messo a segno dall'indice quest'anno, evento che induce a ritenere poco probabili strappi particolarmente forti al rialzo in quest'ultimo scorcio del 2017.
I market movers in America e in Europa
Per la prima seduta della prossima settimana non sono previsti dati macro di rilievo in America, nè in Europa dove si guarderà solo alle vendite al dettaglio in Italia con riferimento al mese di ottobre. 
I titoli da seguire a Piazza Affari
A Piazza Affari si segnala lo stacco del dividendo di ASTM e di Digital Bros (Londra: 110405.L - notizie) nella misura rispettivamente di 0,214 e di 0,15 euro.
In calendario i risultati del terzo trimestre dell'esercizio 2017-2018 di OVS.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.