-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 4 dicembre 2017

Piazza Affari: non cambia nulla, ma lo sguardo è verso l'alto


Dopo le vendite delle ultime due sessioni oggi sono ritornati gli acquisti sulle Borse europee che hanno terminato gli scambi tutte in positivo. Il Ftse100 ha guadagnato lo 0,53%, preceduto dal Cac40 e dal Dax30 che sono saliti rispettivamente dell'1,36% e dell'1,53%.

Avvio di ottava in recupero per il Ftse Mib

In positivo anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 22.362 punti, in crescita dell'1,16%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.421 e un minimo a 22.270 punti.


L'indice ha avviato gli scambi in progresso e ha continuato a spingersi in avanti, violando frazionalmente i massimi intraday di venerdì scorso per poi ripiegare in direzione dei 22.350 punti.
Lo spunto odierno, per quanto positivo, non è sufficiente a cambiare il quadro del mercato, con l'indice che resta ingabbiato tra i 22.000 e i 22.500 punti.
Nuova direzionalità si avrà con la rottura di uno di questi due estremi e sopra area 22.500 si guarderà prima ai 22.800 punti e in seguito ai massimi dell'anno in area 23.000/23.100 punti. 
Positivo sarà lo sfondamento di questo ostacolo che aprirà le porte ad ulteriori apprezzamenti in direzione dei 23.500 punti in primis e successivamente verso l'importante soglia dei 24.000 punti.
Al ribasso sotto i 22.000/21.950 le vendite troveranno terreno fertile verso i 21.500 punti e i 21.000 punti, con eventuali estensioni fino ai 20.800 punti nella peggiore delle ipotesi.
Il mercato di fatto non ha fornito elementi di novità rispetto al quadro già delineatosi nelle scorse settimane.

Non si può fare altro quindi che rimanere in attesa, per vedere se l'indice interromperà il trading range in atto con una rottura al rialzo o al ribasso, andando quindi a posizionarsi di conseguenza. 

I market movers da seguire in America

Sul fronte macro domani oltre all'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa, si segnala l'aggiornamento relativo alla bilancia commerciale che ad ottobre dovrebbe mostrare un saldo negativo di 43,8 miliardi di dollari, in lieve peggioramento rispetto ai 43,5 miliardi di settembre.
Da segnalare anche il dato finale dell'indice PMI servizi di novembre che dovrebbe confermare la lettura preliminare a 54,7 punti, mentre l'indice ISM servizi di novembre è atteso in calo da 60,1 a 59,3 punti.


Da segnalare che in giornata è prevista la votazione della Commissione bancaria del Senato per la nomina di Jerome Powell alla presidenza della Fed.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si conoscerà il dato finale dell'indice PMI composito di novembre che dovrebbe confermare la lettura preliminare a 57,5 punti contro i 56 della versione definitiva di ottobre.
Per l'indice PMI servizi si prevede una rilevazione pari a 56,2 punti contro i 55 del mese precedente. 
Sempre in Europa si conosceranno le vendite al dettaglio di ottobre che dovrebbero mostrare una variazione negativa dello 0,7% rispetto al rialzo dello 0,7% di settembre. 
In Germania l'indice PMI servizi di novembre è visto a 54,9 punti dai 54,7 del mese precedente e lo stesso dato in Francia dovrebbe salire da 57,3 a 60,2 punti.

Per l'indice PMI servizi in Italia le attese parlano di un incremento d 52,1 a 52,5 punti.
In coincidenza con l'apertura delle Borse UE è previsto l'avvio della riunione dell'Ecofin dopo quella odierna dell'Eurogruppo. 
Da seguire in Spagna l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 6 e a12 mesi per un ammontare compreso tra 4 e 5 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si segnala la riunione del Cda di Telecom Italia per l'esame del nuovo piano industriale del gruppo.

Da seguire anche Prysmian che in mattinata incontrerà la comunità finanziaria per fornire approfondimenti riguardanti l'acquisizione di General Cable e i piano del gruppo.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.