-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 dicembre 2017

Piazza Affari: le top pick degli analisti in diversi settori

 
In quest'ultimo scorcio del 2017 Piazza Affari sta vivendo una fase di incertezza che si sta traducendo in una lateralità piuttosto stretta, come evidenziato dall'intervallo di prezzi esplorato dall'indice Ftse Mib ormai da poco più di un mese. 
In fasi come quella attuale, ancor più che in altre, peraltro in un periodo particolare quale quello della fine dell'anno, ci si interroga su quali siano i titoli da preferire. 
Un aiuto prezioso in tal senso giungono dalle diverse banche d'affari e in particolare dalle indicazioni sulle top pick, ossia sui titoli maggiormente preferiti. 
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) settore bancario Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) è una delle top pick più gettonate
Nel settore bancario uno dei più gettonati è Unicredit che è top pick di Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) in Europa, con una raccomandazione "outperform" e un prezzo obiettivo a 22 euro.  
La stessa indicazione giunge da JP Morgan, secondo cui il titolo è da sovrappesare in portafoglio, con un target price a 22 euro. La banca americana che Unicredit vanti un potenziale rilevante per effettuare un ulteriore re-rating, vista la risoluzione dei problemi di bilancio. 
Nel settore bancario Unicredit viene indicato come top pick anche da Deutsche Bank (IOB: 0H7D.IL - notizie) che invita ad acquistare con un fair value alzato di recente da 19,2 a 20,2 euro. La scommessa sul titolo si inserisce nell'ambito di una posizione costruttiva degli analisti sul settore bancario italiano, visti i buoni progressi nella gestione dei non performing loans. 
Puntare anche su Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) e Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie)
Sempre tra i bancari, oltre ad Unicredit si segnalano altre due top pick e si tratta di Intesa Sanpaolo e di Ubi Banca, almeno secondo le indicazioni di Credit Suisse (IOB: 0QP5.IL - notizie) . I due titoli sono coperti con una raccomandazione "outperform" e un prezzo obiettivo a 3,2 euro per il primo e a 5,15 euro per il secondo. 
Con riferimento ad Ubi Banca, l'istituto elvetico segnala il forte momentum della ristrutturazione e il potenziale in termini di ricavi derivante dall'acquisizione delle tre good bank. 
Tra gli energetici la scelta cade su Enel (Londra: 0NRE.L - notizie) ed ENI (Londra: 0N9S.L - notizie)  
Spostando lo sguardo al settore energetico, segnaliamo in primis Enel, che proprio ieri Barclays (Londra: BARC.L - notizie) ha confermato tra le sue top pick europee, con una raccomandazione "overweight" e un prezzo obiettivo a 5,85 euro.
Gli analisti credono che la società con buona probabilità continuerà a sovraperformare il settore europeo delle utilities. Il titolo offre ancora opportunità di crescita del valore a multipli non cari. 
Enel (Swiss: ENEL.SW - notizie) è anche la top pick di Credit Suisse nel settore di riferimento, con un rating "outperform" e un target price alzato da 5,7 a 6 euro, alla luce della valutazione interessante e del profilo di crescita superiore alla media. 
Gli analisti della banca elvetica hanno inoltre miglioramento le stime sull'utile per azione, alzandole del 3% per il 2019 e del 15% per il 2020. 
Interesante anche ENI che è tra i titoli preferiti nel settore oil da Goldman Sachs (NYSE: GS-PB - notizie) , con un rating "buy" e un fair value rivisto da 17 a 17,8 euro. Quest'ultima mossa tiene conto di un aggiornamento delle stime: secondo la banca americana il settore cui appartiene ENI sta entrando in un ciclo di revisione positiva delle stime. 
A guardare con favore al titolo è anche Raymond James che lo sceglie tra i suoi preferiti a livello europee per il 2018. La raccomandazione viene ribadita ad "outperform", con un prezzo obiettivo a 16,6 euro: il broker ritiene che i livelli attuali di ENI offrano un'interessante opportunità di ingresso, anche in considerazione della solida crescita della produzione prevista per il prossimo anno. 
Le strategie su Buzzi Unicem (Londra: 0NVQ.L - notizie) ed STM (Shenzhen: 000892.SZ - notizie)
Sempre parlando di top pick, Buzzi Unicem resta tra quelle di JP Morgan nel settore delle costruzioni, con un rating "overweight" e un target price a 27 euro. Il titolo offre una valutazione appetibile in quanto scambia con uno sconto di poco inferiore al 20% rispetto ai competitors europei e l'idea è che Buzzi Unicem possa trarre beneficio dal consolidamento in Italia. 
Infine, sempre JP Morgan punta su STM, confermandola tra le sue top pick, con l'idea che il titolo sia da sovrappesare in portafoglio, con un fair value a 26 euro. Gli analisti prevedono che il 2018 sarà un altro anno buono per la società italo-francese, segnalando al contempo che quest'ultima è sulla buona strada per realizzare un aumento della redditività a doppia cifra nel 2017. 

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.