-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 21 dicembre 2017

L'Arabia Saudita vuole prezzi del petrolio più alti

 
Ecco la view di Canegrati analista finanziario a Blackpearlfx .
L'Arabia Saudita prevede che le sue entrate derivanti dalla vendita di petrolio aumenteranno del + 12% nel corso del 2018 e prevede che i prezzi del greggio continueranno a salire anche nel prossimo anno. Il maggiore esportatore di greggio al mondo prevede, infatti, di raccogliere un gettito pari a 492 miliardi di riyal (circa 131 miliardi di dollari) dalle vendite di petrolio nel 2018, rispetto ai 440 miliardi nel 2017, secondo i dati forniti dal ministero delle Finanze di Riad. Le entrate petrolifere rappresenteranno circa il 50% del bilancio saudita, mentre quelle non petrolifere aumenteranno, sempre nel 2018, a 291 miliardi di riyal dai 256 miliardi del 2017. Nel 2018 il deficit di bilancio dovrebbe ridursi a 195 miliardi di riyal, pari al 7,3% del PIL, rispetto ai precedenti 230 miliardi di ryal (8,9% del PIL). Di conseguenza, il debito pubblico saudita aumenterà nel 2018 fino a 555 miliardi di riyal, ovvero il 21% del PIL da 438 miliardi di riyal del 2017 (17% del PIL).
Il petrolio è in corsa per il secondo guadagno annuale consecutivo, dopo che l'OPEC e i suoi alleati hanno concordato di estendere i tagli alla produzione fino alla fine dell'anno prossimo.
Anche altri membri dell'OPEC prevedono un aumento dei prezzi del petrolio. L'Iraq, il secondo produttore dell'OPEC, si aspetta un prezzo pari a $46 al barile per il suo bilancio 2018, ancora in attesa dell'approvazione parlamentare, dai $42 al barile del 2017. Il budget del 2018 del Qatar prevede $45 al barile mentre l'Iran si aspetta di raccogliere 33 miliardi di dollari dalle vendite di petrolio per un prezzo atteso pari a  $50 al barile.
La finanza pubblica saudita fa molto affidamento sulle vendite di petrolio per i ricavi e l'economia saudita ha sofferto enormemente da quando i prezzi del petrolio hanno iniziato a calare nel 2014. Il totale delle entrate previste per l'anno prossimo è di 783 miliardi di riyal, rispetto ai 696 miliardi nel 2017. Il governo ha pianificato di spendere 978 miliardi nel 2018 rispetto ai 926 miliardi nel 2017 e dopo le draconiane misure di austerità intraprese nel 2016 per superare la crisi. Ad aprile, il principe ereditario Mohammed bin Salman ha lanciato il Saudi Vision 2030, un maxi piano economico per porre fine alla "dipendenza" del paese arabo dal petrolio. Il regno saudita intende vendere una quota del 5% del colosso energetico statale Saudi Arabian Oil Co., il più grande esportatore di petrolio al mondo, attraverso la più grande IPO mai realizzata nella storia dei mercati finanziari.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.