-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 21 dicembre 2017

L'Angolo del Trader


*Astaldi *in forte rialzo ieri grazie alla notizia dell'accordo con il pool di banche finanziatrici per la ridefinizione dei covenant relativi al prestito revolving credit facility da 500 milioni di euro. Le trattative erano state avviate a metà novembre per consentire al gruppo delle costruzioni di sostenere al meglio gli effetti della svalutazione da 230 milioni di euro dell'esposizione nei confronti del Venezuela.
Il titolo tenta di risalire la china dopo il sell-off subito a novembre. Un primo segnale graficamente rilevante giungerebbe al superamento di 2,45 euro, top del 15 novembre, per obiettivi a 3,034 (lato alto del gap ribassista apertosi il 15 novembre). Oltre questo limite possibile un ulteriore movimento al rialzo verso area 4, quota pari al 50% di ritracciamento del ribasso dai top di novembre.

Nella direzione opposta, discese sotto i 2 euro preluderebbero a un ritorno sui minimi a 1,90 euro, determinanti per scongiurare ripiegamenti più ampi verso i minimi storici del gennaio 2003 a 1,51 euro.
*Autogrill *punta a crescere in Germania, dove è attualmente presente con 55 locali in totale, per un fatturato complessivo di circa 100 milioni di euro (dato 2016).
Il gruppo ha avviato trattative in esclusiva con Boulangerie Neuhauser (gruppo Soufflet) per l'acquisizione di Le CroBag, società che gestisce in Germania, Austria e Polonia 124 locali a insegna propria, parte a gestione diretta e parte concessi in licenza, con ricavi complessivi per oltre 80 milioni nel 2016.

L'operazione, se conclusa con successo, permetterebbe ad Autogrill di entrare nel canale delle stazioni della Germania, il più grande d'Europa, che vale oltre 600 milioni di euro. Ricordiamo anche che il gruppo controllato dalla famiglia Benetton a inizio settimana ha annunciato l'attuazione del progetto di riorganizzazione societaria approvato in via definitiva dal cda dello scorso 9 novembre.
Il progetto prevede il conferimento in natura da parte di Autogrill di tre rami d'azienda a tre diverse società a responsabilità limitata (che dal 1° gennaio 2018, data dell'efficacia dei conferimenti, si trasformeranno in società per azioni) il cui capitale sociale è interamente detenuto da Autogrill e, precisamente, ad Autogrill Italia Srl, Autogrill Advanced Business Service Srl e GTA Srl.

L'analisi del grafico di Autogrill evidenzia il movimento laterale degli ultimi mesi al di sotto del record storico a 11,64 euro toccato nella prima metà di ottobre. Il titolo, in caso di superamento di 11,20, avrebbe l'opportunità di attaccare il record ed eventualmente riattivare la tendenza ascendente di lungo periodo verso 12,10 almeno (lato alto del canale ipotizzabile dal 2012).
Segnali di debolezza alla violazione di 10,50, prologo a un affondo sull'importante supporto a 9,80/9,90.
*Maire Tecnimont *positiva nella giornata di mercoledì in scia all'accordo quadro sottoscritto dalla controllata METGAS con Mitsubishi Chemical Corporation per la commercializzazione di un pacchetto tecnologico risultante dalla combinazione di tecnologie e know-how delle due parti, volto a produrre derivati del propilene utilizzando gas ricco di metano come materia prima.

METGAS estende in tal modo il proprio portafoglio alle tecnologie di downstream del propilene, e permetterà la produzione dei prodotti chimici menzionati in paesi dove l'unica materia disponibile è il gas naturale. Il titolo si e' spinto fino a testare un massimo intraday a 4,208 euro stabilizzandosi poi in area 4,15, in recupero comunque dalla chiusura di martedì a 4,07 euro.
A 4,30 euro circa si collocano la media mobile a 50 giorni ed il picco del 24 novembre, una duplice resistenza che se superata confermerebbe la voglia di rialzo espressa dai minimi di inizio mese a 3,70 circa. Oltre 4,30 il target si sposterebbe inizialmente a 4,58 euro, media mobile a 100 giorni, poi a 4,68, lato alto del gap ribassista dell'8 novembre.

Resistenza successiva a 5,12, dove si colloca un altro gap, quello del 15 settembre. Solo discese al di sotto di area 3,70, dove si colloca il 50% di ritracciamento del ribasso dai minimi di agosto 2016, quindi una zona di supporto rilevante anche in ottica di medio periodo, rischio di una ripresa del trend ribassista che si era sviluppato dai massimi di settembre, target in area 3,30 almeno.
(SF - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.