-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 15 dicembre 2017

L'analisi tecnica sui principali listini europei

 
FTSE MIB
Ieri il mercato italiano ha confermato il breakout dei supporti di breve e brevissimo a 22.500 punti. Questo importante livello ha fin da subito respinto il FTSE Mib, che ha poi chiuso a ridosso del supporto statico di area 22.200 punti, dove passa la trendline di breve disegnata sul chart a 30 minuti unendo i low del 20 novembre e 1 dicembre che avevamo segnalato nell’analisi di ieri. Per chiudere la settimana senza segnali allarmanti sarò fondamentale chiudere la seduta odierna al di sopra di questa trendline. In caso contrario, invece, non è da escludersi un approdo presso i 22mila entro tempi relativamente stretti. In caso di rimbalzi, invece, l’indice potrebbe fermarsi presso area 22.400 punti, mentre un ritorno sopra 22.500 punti rimane uno scenario meno probabile nel breve e brevissimo termine.
SCENARIO RIALZISTA
Long a 22.250 punti con target primario a 22.300 e successivo a 22.400 punti. Stop a 22.060 punti.
SCENARIO RIBASSISTA
Posizioni short a 22.200 punti, con stop a 22.320 punti, target a 22.100 e 22.000 punti.
EUROSTOXX 50
Dopo aver ripetutamente fallito, per ben 4 sedute di fila, il breakout della coriacea resistenza statica a 3.600 punti, ieri l’Eurostoxx 50 ha accelerato al ribasso. Su questo movimento ha pesato, inoltre, l’incrocio avvenuto alla vigilia con la trendline discendente dal top relativo a 3.708,82 punti e passante per i top del 7 novembre e 8 dicembre. Lo scenario pertanto ha virato verso una piega ribassista. In prospettiva, il successivo test di tenuta del trend è atteso a 3.550 punti, livello sotto il quale l’indice proseguirebbe verso il bordo inferiore del rettangolo in costruzione dal 13 novembre scorso. Pertanto, l’unica condizione per un miglioramento in ottica di lungo rimane la permanenza all’interno del canale laterale in costruzione da metà novembre.
SCENARIO RIALZISTA
Long a 3.550 punti, con stop a 3.530 punti. Primo target stimato a 3.600 e successivo a 3.640 punti.
SCENARIO RIBASSISTA
Short su ritorni a 3.580 punti, stop a contatto con 3.600 punti, avrebbero target a 3.520 e 3.500 punti.
DAX
All’indomani della decisione Fed e nella giornata segnata dall’intervento della Bce (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) , nel mercato tedesco si è riaccesa la volatilità. Ieri l’indice DAX si è spinto a brevissima distanza dal supporto psicologico a 13mila punti, chiudendo di fatto il gap rialzista lasciato aperto lo scorso 8 dicembre. Questo movimento ha alterato il quadro di brevissimo ma non ha evidenziato particolari segnali di deterioramento da un punto di vista di medio e lungo. Solamente un movimento sotto quota 13mila sarebbe in grado, al momento, di corroborare i segnali di debolezza emersi nel corso di questa settimana, con possibili ulteriori ripiegamenti sui supporti statici a 12.930 punti. Sul fronte inverso, invece, solo il breakout della resistenza a 13.200 punti comporterebbe un significativo miglioramento dello scenario.
SCENARIO RIALZISTA
Posizioni long solo su rimbalzi da 13.050 punti, con stop sotto 13.000 punti e target a 13.100 e 13.200 punti.
SCENARIO RIBASSISTA
Short a 13.100 punti, stop a 13.125 punti. Target a 13.000 e 12.930 punti.
Contenuti pubblicati integralmente sul sito  Investimenti Bnp Paribas

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.