-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 15 dicembre 2017

Il Mise lancia la piattaforma Investor Visa for Italy

Roma, 15 dic. (askanews) - Il ministero dello sviluppo economico la piattaforma "Investor Visa for Italy", che si rivolge ai cittadini di Paesi non europei che intendono effettuare un investimento o una donazione di grandi dimensioni in Italia e consente di richiedere un nuovo tipo di visto con una procedura digitale, veloce e semplificata.
La legge di Bilancio 2017 ha introdotto una nuova fattispecie per cui è consentito l'ingresso e la permanenza di lunga durata in Italia. Al Testo unico sull'immigrazione, infatti, è aggiunto l'articolo 26-bis, dal titolo "Ingresso e soggiorno per investitori".
Contestualmente, la Legge di Bilancio 2017 ha rimesso la definizione delle modalità e delle procedure di candidatura a un apposito decreto attuativo. Questo è stato emanato dal Ministro dello Sviluppo Economico, con il concerto del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del Ministro dell'Interno, il 21 luglio 2017.
Lo stesso decreto interministeriale rinvia, per gli aspetti esecutivi della procedura, a un apposito "manuale operativo": ossia, al presente documento, approvato in sede di riunione istitutiva dal Comitato per l'attuazione del visto investitori, come previsto dallo stesso DI, il 16 novembre 2017. Da quel momento il programma viene denominato "Investor Visa for Italy".
Il manuale operativo ha una valenza duplice. Da un lato, intende dare trasparenza sulle modalità di funzionamento della procedura per l'ottenimento del visto. Dall'altro, rappresenta una risorsa informativa esauriente nel guidare passo per passo l'utente nella procedura di richiesta del visto.
Introducendo, sulla scorta di analoghe esperienze a livello internazionale, una tipologia di visto dedicata alle persone fisiche che intendono effettuare investimenti di importo significativo in aree strategiche per l'economia e per la società italiana, il Governo rafforza l'impegno a rendere l'Italia un luogo sempre più attrattivo per i flussi internazionali di capitale umano e finanziario. Obiettivo già perseguito, dal 2014, con l'avvio del programma Italia Startup Visa (italiastartupvisa.mise.gov.it), volto a facilitare la procedura di rilascio di visti per lavoro autonomo verso imprenditori non UE altamente qualificati che intendono avviare una startup innovativa in Italia; e riaffermato con il varo, nel 2016, del Piano nazionale Industria 4.0 (booklet), che ha previsto uno stanziamento di 18 miliardi di euro per incentivare gli investimenti produttivi, specie quelli in ricerca, sviluppo e innovazione.
 Investor Visa for Italy riprende e potenzia tutte le innovazioni distintive dell'ormai consolidata esperienza del visto startup. Come il programma Italia Startup Visa, esso intende apportare una significativa semplificazione procedurale nei processi di erogazione dei visti d'ingresso, che può essere ricondotta principalmente a tre elementi: 1) centralizzazione: mentre la procedura coinvolge una pluralità di amministrazioni, il punto di contatto tra il richiedente e lo Stato italiano è unico. Alle principali operazioni di coordinamento assolve infatti un comitato inter-istituzionale dedicato; la sua Segreteria, costituita presso il Ministero dello Sviluppo Economico, ha anche il compito di gestire tutte le comunicazioni con i richiedenti visto.
2) digitalizzazione: l'intera procedura si svolge online, mediante una piattaforma informatica dedicata, utilizzata per tutte le comunicazioni tra richiedente visto e amministrazione. Per effetto di questo approccio, il richiedente può gestire l'intera procedura da remoto e senza necessità di intermediari fino al momento dell'effettivo rilascio del visto, che avviene fisicamente presso la Rappresentanza diplomatico-consolare.
3) rapidità: il richiedente riceve comunicazione dell'esito della sua domanda di visto entro 30 giorni dall'invio della documentazione completa. I tempi dell'intero processo migratorio risultano di conseguenza significativamente ridotti.
Nelle modalità in cui è stato concepito dal Governo italiano, Investor Visa for Italy rappresenta allo stesso tempo una forma di ricompensa e di incentivazione.
Il visto viene emesso, infatti, solo al verificarsi di circostanze che possono essere definite, a vario titolo, di interesse collettivo: un investimento di grandi dimensioni in titoli di Stato a medio-lungo termine, il finanziamento in equity di una società di capitali italiana - con particolare attenzione alle nuove imprese ad alto contenuto tecnologico (le già citate startup innovative di cui al d.l. 179/2012) - oppure una donazione filantropica in aree chiave per il presente e il futuro del nostro Paese: la cultura, la ricerca, la tutela dell'ambiente, la gestione dei flussi migratori.
In secondo luogo, semplificando notevolmente la procedura per l'ottenimento del visto d'ingresso, il programma Investor Visa for Italy si inserisce organicamente nel recente corpus normativo per il rafforzamento della competitività e dell'attrattività del nostro tessuto produttivo.
 La Legge di Bilancio 2017 contiene numerose altre misure di incentivazione, principalmente a carattere fiscale, che riguardano specificamente le persone fisiche che intendono trasferire la loro residenza nel nostro Paese. Un beneficiario di visto per investitori potrà, ad esempio, optare per il nuovo regime per neoresidenti: ai sensi del nuovo art. 24-bis del Testo unico sulle imposte sui redditi ("TUIR", DPR 917/1986), le persone fisiche che trasferiscono la propria residenza fiscale in Italia possono optare per l'assoggettamento a un'imposta sostitutiva pari 100.000 euro annui sui redditi prodotti all'estero, a condizione che non siano state fiscalmente residenti in Italia per un tempo almeno pari a nove periodi d'imposta nel corso dei dieci precedenti l'inizio del periodo di validità dell'opzione.
Qualora l'opzione per il regime sia estesa ai familiari, l'importo dell'imposta sostitutiva è fissato in 25.000 euro annui per ciascun familiare. Il regime ha una durata massima di 15 anni.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.