-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 11 dicembre 2017

Greggio in frazionale calo per timori su continuo aumento produzione Usa

LONDRA (Reuters) - Il greggio tratta in lieve calo, con i tagli alla produzione guidati dall'Opec compensati dalla crescente attività di perforazione negli Usa, che fa pensare ad un ulteriore incremento della produzione americana.
** Intorno alle 12,05 italiane, il contratto sul Brent per consegna febbraio cede 3 cent a 63,37 dollari. La scadenza gennaio del greggio leggero Usa Wti perde 20 cent a quota 57,16. Sia il Brent che il Wti sono sono saliti di oltre l'1% venerdì scorso e il prezzo del greggio ha guadagnato circa un terzo del valore dai minimi del 2017.
** I guadagni sono ampiamente dovuti ai tagli alla produzione da parte dell'Opec e di alcuni Paesi non Opec, compresa la Russia, messi in essere dall'inizio dell'anno.
** Secondo alcuni analisti, però, questo tetto all'output potrebbe essere messo in pericolo dalla crescente produzione negli Stati Uniti, che non partecipano all'accordo.
** Il numero dei pozzi di perforazione negli Usa sono saliti di due nella settimana all'8 dicembre a un totale di 751, il più alto livello da settembre, secondo quanto riferito dal servizio energia Baker Hughes di General Electric.
** "Il più grande timore per gli investitori attualmente resta l'aumento dei pozzi negli Usa, che potrebbe potenzialmente mettere in pericolo l'accordo Opec e russo quando verrà ridiscusso nel giugno 2018", spiega Shane Chanel, adviser per equity e derivati di ASR Wealth Advisers.
** Un numero maggiore di punti di perforazione punta ad un ulteriore aumento della produzione Usa, che è già cresciuta di oltre il 15% da metà 2016 a 9,71 milioni di barili al giorno, il livello più alto dagli anni 70, e vicino a livelli di produttori top come Russia e Arabia saudita.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.