-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 dicembre 2017

Gli indici di Borsa

 
Gli indici di borsa rappresentano oggi il parametro più significativo per capire l’andamento di un mercato finanziario in un dato intervallo temporale. Nello specifico, un indice raffigura il valore di un determinato mercato o di un certo paniere composto dai titoli più rappresentativi, analizzandoli tramite una misurazione sintetica ma abbastanza esaustiva del trend in atto del mercato.
Il valore espresso, però, non è molto significativo. Quello da tenere in considerazione è la sua variazione percentuale, essendo il rendimento che si otterrebbe investendo nei titoli compresi nell’indice e nella stessa proporzione.
Insomma, un cambiamento nel prezzo di un indice costituisce un cambiamento direttamente proporzionale delle azioni comprese nello stesso. Per fare un esempio pratico, se un indice aumentasse dell’1%, significherebbe che anche le azioni comprese al suo interno subiranno un incremento della stessa percentuale.
Cosa Sono gli Indici di Borsa
Essenzialmente, gli indici di borsa sono elenchi di azioni. In teoria, quindi, chiunque potrebbe crearne uno! Ma ciò che differenzia gli indici più popolari (come il Dow Jones e il S&P 500) da quelli minori è la reputazione delle società che li compongono. Inoltre, alcuni sono formati da appena una decina di titoli ma ce ne sono altri che ne contengono centinaia. Ad ogni modo, i criteri secondo i quali un titolo viene inserito in un indice non è casuale ma dipende da precisi e rigorosi parametri numerici relativi alla capitalizzazione di mercato della società quotata, come anche al settore di riferimento.
Gli indici di borsa vengono calcolati in base a medie ponderate dei prezzi dei titoli negoziati in borsa. Ad oggi, esistono diverse categorie di indici, a seconda dei differenti meccanismi di ponderazione dei singoli titoli. 
  • Indici Price Weighted – Il parametro più importante su cui sono basati questi indici è il prezzo, mentre la capitalizzazione di mercato delle società risulta essere un fattore secondario. Questi indici comprendono quindi i titoli col prezzo più alto e fra i più importanti figurano il Dow Jones Industrial Average e il Nikkei 225;
  • Indici Value Weighted – In questa categoria di indici, il parametro di valutazione più importante è la capitalizzazione di mercato delle società. Rientrano in questa categoria S&P 500, il FTSE MIB, il FTSE 100, il CAC40, il DAX30 e l’Hang Seng;
  • Indici Equally Weighted – Il metro di giudizio con cui sono composti questi indici è l’uguaglianza tra i fattori di ponderazione per tutti i titoli che ne fanno parte.
Indici di Borsa: Come Leggerli
La lettura e conseguente interpretazione di un indice di borsa è molto semplice e immediata.
Un valore di colore rosso significa che, rispetto al dato precedente, è avvenuta una variazione al ribasso. Se invece è di colore verde si è registrata una variazione al rialzo. A livello temporale, va specificato che il dato di un indice alla sua apertura, esprime la variazione rispetto alla chiusura della sera precedente.
Ma anche la lettura di un grafico è importante per valutare gli indici di borsa. In questo senso, importanti sono i grafici storici e quelli in tempo reale. Il primo è utile per inquadrare l’andamento del mercato in un dato periodo, con la scelta dell’intervallo temporale che dipende dal tipo d’investitore (di breve, medio o lungo periodo). I grafici in tempo reale, invece, non possono essere impostati dall’investitore e fanno riferimento all’arco temporale giornaliero, fornendo dunque una panoramica minuto per minuto del mercato di riferimento.
I Principali Indici di Borsa
Ad oggi, sono presenti tantissimi indici di borsa in giro per il mondo. Ma solo pochi di essi possono fornire maggiori probabilità di effettuare investimenti di successo.
A questo proposito, i più importanti indici di borsa al mondo sono:
  • Dow Jones – Fondato da Charles Dow, padre dell’analisi tecnica, è uno dei maggiori indici mondiali e comprende le più importanti 30 società americane per capitalizzazione.
  • Nasdaq – Creato nel 1971, è uno dei principali indici del settore tech al mondo ed è storicamente caratterizzato da alta volatilità.
  • Standard & Poor’s 500 – Fondato nel 1957, questo indice segue l’andamento delle 500 maggiori aziende statunitensi ad alta capitalizzazione. In questo indice confluiscono tutte le grandi aziende contrattate al New York Stock Exchange (Nyse), all’American Stock Exchange (Amex) e al Nasdaq (Francoforte: 813516 - notizie) .
  • Nikkei 225 - L’indice della Borsa di Tokio (TSE (Taiwan OTC: 3426.TWO - notizie) ) è composto da 225 titoli azionari delle maggiori compagnie nipponiche per capitalizzazione.
DAX 30 – L’indice della Borsa di Francoforte contiene i 30 titoli delle maggiori società tedesche. FTSE 100 - In questo indice azionario ci sono le 100 maggiori società più capitalizzate quotate al London Stock Exchange (Other OTC: LDNXF - notizie) . CAC 40 – L’indice della Borsa di Parigi è uno dei più importanti del sistema Euronext (Euronext: ENX.LS - notizie) . Comprende le 40 aziende a maggiore capitalizzazione tra le 100 maggiori del mercato francese. FTSE MIB - Acronimo di Financial Times Stock Exchange Milano Indice di Borsa è il più importante indice azionario della Borsa italiana. Racchiude le azioni delle 40 società italiane a maggiore capitalizzazione.
Indici di Borsa: fonte e maggiori info su InvestimentoinBorsa.com

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.