-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 8 dicembre 2017

Bond oggi: con il giochetto degli arbitraggi si guadagna facile


I manuali di finanza sono espliciti nello spiegare la metodologia: con il termine arbitraggio si indica un'operazione di trasferimento di capitale a rotazione tra diversi strumenti tale da ottenere un profitto certo senza correre rischi. In ambito obbligazionario è questa una mossa abbastanza frequente da parte degli operatori professionali, dovuta – nella fase attuale – alla necessità di aumentare i rendimenti altrimenti depressi dalle politiche monetarie.
Un modo abbastanza semplice per farlo consiste nell’operare con Etf dello stesso emittente, riferiti a sottostanti identici (per esempio titoli di Stato o corporate) ma dalle scadenze diverse. Le news e le indiscrezioni sui tassi determinano infatti movimenti talvolta convulsi che allargano o restringono lo “spread” di prezzo fra i diversi cloni, inducendo al trasferimento del capitale impegnato - identico per ciascuno - da quello che ha corso di più su quello che ha corso meno, in attesa di un successivo movimento opposto.

Tre nuovi Lyxor lo consentono

Il recente riesordio su Borsa Italiana di tre Etf caratterizzati da nuovi Isin ma in realtà già presenti da molto tempo su diverse piazze, va proprio in questa direzione.

Si tratta di:
  • Lyxor EuroMts 1-3 Years Investment Grade Bond Etf (LU1650487413)
  • Lyxor EuroMts 3-5Years Investment Grade Etf (LU1650488494)
  • Lyxor EuroMts 10-15Y Investment Grade Etf (LU1650489385). 
I sottostanti sono in tutti e tre i casi titoli di Stato dell’eurozona con rating “investment grade” (cioè fino alla valutazione BBB-), dalle scadenze rispettivamente di 1-3 anni, 3-5 anni e 10-15 anni.
Logicamente hanno “duration” differenti, con effetti sulle quotazioni in rapporto alle tensioni che si manifestano a livello di tassi di mercato.

La prima abbinata

Consideriamo innanzi tutto i due primi Etf (1/3 e 3/5 anni). Sovrapponendone i grafici si nota come nel corso del 2017 per ben sei volte si siano registrati incroci fra le rispettive linee, con “spread” marginali o più consistenti, ma comunque non tali da consentire profitti capaci di compensare le commissioni operative. 

E la seconda coppia

Certamente più interessante l’opzione riferita al 10-15 anni rispetto all’1-3 anni, con meno incroci ma “spread” più dilatati sia all’insù sia all’ingiù e variazioni massime anche dell’ordine di parecchi punti in percentuale.

In questo caso il passaggio dall’uno all’altro del capitale investito (pure poche migliaia di euro) avrebbe consentito di ottenere performance interessanti, altrimenti compresse da trend divergenti dell’uno o dell’altro Etf. Su un arco temporale più lungo (per esempio tre anni) l’allargamento o il restringimento dello “spread”, con il trasferimento di capitale da quello che ha corso di più sul secondo, in rapporto all’andamento delle quotazioni, avrebbero aumentato nettamente la performance dell’investimento, con un’operatività tutto sommato semplice e limitata a “switch” per circa cinque/sei volte nell’arbitraggio fra i due Etf.

Un po’ di pratica e tutto va

Il vantaggio di questa strategia consiste nel non richiedere né troppo tempo né troppa applicazione.

Conviene attivarla di solito quando le curve sono più vicine possibile e poi la si lascia andare fino a quando lo “spread” si allarga. Quando ciò avviene si vende l’Etf che ha corso di più e si trasferisce il relativo capitale sull’altro, nell’attesa di un movimento inverso.
E’ evidente l’impatto derivante dall’andamento delle curve di rendimento, che proprio nella fase attuale tendono a muoversi spesso in maniera inattesa. Il maggiore o minore irripidimento è all’origine del tutto e le incertezze sull’andamento futuro dei tassi ne sono la causa prima.

Trasformando i “pasticci” delle Banche centrali in un’opportunità di profitti. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.