-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 1 dicembre 2017

Bond News: Euromacro


Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
Nel terzo trimestre del 2017 il prodotto interno lordo (PIL), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dell'1,7% nei confronti del terzo trimestre del 2016.
Lo riporta una nota odierna dell'Istat. La stima preliminare diffusa il 14 novembre 2017 scorso aveva rilevato un aumento congiunturale dello 0,5% e un aumento tendenziale dell'1,8%.
In Spagna Markit Economics ha comunicato che nel mese di novembre l'Indice IHS PMI manifatturiero è salito a 56,1 punti dai 55,8 punti del mese precedente, segnalando un rafforzamento delle condizioni operative.

Significativo poi il tasso di crescita dell'occupazione e del livello delle scorte che hanno raggiunto il livello più alto da aprile 1998.
Markit Economics ha reso noto che in Italia l'Indice IHS PMI Manifatturiero, nel mese di novembre e' salito a 58,3 punti dai 57,8 punti di ottobre, indicando il valore più alto dell'indice da febbraio 2011.
La crescita del settore è stata causata dal forte e accelerato incremento della produzione manifatturiera. Gli ultimi dati hanno mostrato l'aumento maggiore della produzione in 81 mesi, con le aziende campione che hanno attribuito l'incremento di novembre alle forti crescite delle vendite. I nuovi ordini sono aumentati al tasso maggiore da aprile 2000 con alcuni riferimenti alla maggiore domanda dall'estero che ha assicurato l'elevato numero di vendite generali.
Markit Economics ha reso noto che in Francia l'Indice PMI Manifatturiero, nel mese di novembre, si e' attestato a 57,5 punti in crescita dai 56,1 puti di ottobre, segnalando una ulteriore espansione del settore manifatturiero, grazie all'incremento dei nuovi ordini e dei livelli di produzione, su livelli massimi da aprile 2011.
In Germania Markit Economics ha pubblicato i dati relativi all'Indice IHS PMI Manifatturiero.
Nel mese di novembre l'indice si è attestato a 62,5 punti in crescita dai 60,6 punti di ottobre (consensus 62,5 punti), segnalando solidi livelli di crescita del settore, il secondo più alto dall'inizio dell'indagine (aprile 1996) del febbraio 2011 a 62,7 punti.
L'Indice finale IHS Markit PMI® del Settore Manifatturiero dell'Eurozona è aumentato a novembre a 60,1, il valore quasi più alto nella storia dell'indagine, secondo solo all'incremento record di aprile 2000.

Il PMI è adesso rimasto al di sopra della soglia neutra di non cambiamento di 50 per 53 mesi, con l'ultimo valore leggermente superiore alla precedente stima flash di 60. L'indagine di novembre ha osservato un miglioramento generale delle condizioni operative nei sotto settori dei beni di consumo, intermedi e di investimento.
Il tasso di crescita più veloce è stato osservato in quello dei beni di investimento e quello più lento presso quelli di consumo. La crescita ha raggiunto il record d'indagine nel sottosettore dei beni intermedi. Continua l'impennata del settore manifatturiero dell'eurozona a novembre, con forti e più veloci espansioni della produzione e dei nuovi ordini, aiutate dalla crescita record dei nuovi ordini esteri a sua volta sostenuta dal maggiore aumento dei livelli occupazionali dal giugno 1997, data di inizio dell'indagine.
In Gran Bretagna Markit Economics ha comunicato che a novembre l'Indice IHS PMI Manifatturiero e' salito a 58,2 punti dai 56,3 punti di ottobre, segnalando il proseguimento dell'espansione del settore, sui livelli più alti da 4 anni, grazie a un rafforzamento dei nuovi ordini e a un incremento dell'occupazione.

Le attese erano per un indice pari a 56,5 punti.
In lieve rialzo i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 685,962 miliardi di euro, dai 685,778 miliardi della lettura precedente.
In flessione a 65 milioni di euro i prestiti marginali dai 286 milioni della rilevazione precedente.
Spread BTP/Bund a 137 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 1,71%.
Positivi i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di dicembre sale a 163,18 punti (+0,28%) ed il Bobl future si attesta a 131,64 punti (+0,10%).
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.