-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 5 dicembre 2017

A2A sale: il progetto delle utilities lombarde piace ai broker

 
Anche la seduta odierna si è conclusa in positivo per A2A (EUREX: 928195.EX - notizie) che, dopo aver guadagnato quasi un punto percentuale ieri, è riuscito a fare ancora meglio oggi. Il titolo, che ha mostrato una maggiore forza relativa rispetto al Ftse Mib, occupando una delle prime posizioni nel paniere delle blue chips, si è fermato a 1,594 euro, con un rialzo dell'1,4% e circa 10 milioni di azioni scambiate, quasi in linea con la media giornaliera degli ultimi tre mesi. 
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) corso della seduta A2A è arrivato a segnare un nuovo massimo dell'anno a 1,598 euro, valore che non si vedeva dal lontano novembre 2008. 
Linee guida del progetto relativo alla super-utility lombarda
A2A ha guadagnato terreno oggi sulla scia del nuovo passo in avanti compiuto nel progetto di creazione di una super-utility lombarda. 
La società ha comunicato che insieme ad ACSM-AGAM, di cui controlla il 24%, ASPEM, a Lario Reti e AEVV Valtellina, ha condiviso un documento tecnico di aggregazione che include le linee guida dell’operazione e le prime valutazioni.
Il piano di investimenti 2017-2022 è pari a circa 500 milioni di euro, anche se la piena realizzazione dipenderà dalle gare di distribuzione gas, ed il target di EBITDA 2021 è pari a 90-120 milioni di euro. 
Non è stato ancora sottoscritto alcun documento vincolante fra le parti e l’operazione dovrà essere approvata dai Consigli Comunali per una delibera di indirizzo entro fine dicembre. Inoltre il comitato delle operazioni fra parti correlate di ACSM-AGAM dovrà esprimersi sull’operazione.
Nella nota diffusa questa mattina non è indicata quale sarà la partecipazione di A2A nella nuova aggregazione, ma la società avrà comunque una quota che le consentirà il controllo. Questo considerato che il comunicato sottolinea che i dettagli della govenance, ancora in fase di definizione, permetteranno il consolidamento della realtà aggregata da parte di A2A. 
Il commento di Equita SIM 
Gli analisti di Equita SIM fanno notare che permane l’incertezza dell’approvazione da parte dei comuni delle 3 società non facenti parte del gruppo A2A. I target di crescita sono interessanti, in quanto rispetto all’EBITDA aggregato 2016 delle 5 società di 75 milioni di euro, si tratta di un tasso annuo medio composto di crescita del 4%-10%, cioè pari a circa il 7%-10% delle stime della SIM milanese. L’impatto sugli utili dovrebbe essere inferiore ed è legato alla struttura dell’azionariato.
Le sinergie per A2A saranno legate alle opportunità di integrazione delle attività nel Waste, nella gestione delle reti e dall’acquisizione di nuovi clienti energy. Equita SIM non cambia la sua strategia su A2A che resta un titolo da acquistare, con un prezzo obiettivo a 1,73 euro. 
La view di Bca Akros
Conferme bullish anche da parte di Banca Akros che oggi ha rinnovato l'invito ad acquistare A2A con un target price a 1,65 euro. Con riferimento alla partnership industriale e societaria che il gruppo sta sviluppando con ACSM-AGAM, Lario Reti e Aevv, gli analisti ritengono sia positivo il fatto che le aziende in questione operino in Lombardia, la regione più ricca d'Italia. 
Banca Akros definisce solida la ratio dell'operazione per A2A che a suo dire è chiamata a giocare un ruolo guida nel consolidamento del settore. Quest'ultimo ha l'effetto positivo di creare sinergie, rendendo possibile al contempo un risparmio al cliente finale. 

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.