-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 6 dicembre 2017

3 azioni con un dividend yield di oltre il 3%


Comprare e tenere in portafoglio a lungo titoli di società affidabili che garantiscano un buon dividend yield, suggeriscono dalle pagine di The Motley Fool, è storicamente uno dei modi migliori per ottenere valore dal mercato. Ed è con questa convinzione che il team ha chiesto a tre dei suoi contributori - Steve Symington, Sean Williams e Daniel Miller - quale titolo, tra quelli che pagano stabilmente una cedola ai loro azionisti, consiglierebbero in questo momento per una esposizione di lungo periodo.

Ecco cosa hanno scelto. 

Coca-Cola (NYSE: KO)

Capitalizzazione di mercato: 197 miliardi di dollari.
Dividend yield: 3,2%
Per Steve Symington vale certamente la pena di valutare un acquisto di Coca-Cola, il cui dividendo offre ai prezzi correnti uno yield del 3,2%, è cresciuto ininterrottamente negli ultimi 55 anni e ha tutte le carte in regola per continuare a farlo in futuro.
La società, spiega, ha recentemente tenuto il suo primo investor day dal 2009, delineando strategie e obiettivi per raggiungere una stabile crescita dei ricavi nell'ordine del 4%-6% nel lungo periodo, ottenere una più efficiente generazione di cash flow ed espandere i suoi margini operativi al 35% entro il 2020.

Un piano fondato su una priorità che sarà determinante per il futuro dell'azienda: combinare acquisizioni mirate e sviluppo interno di nuovi prodotti in vista di una sempre più accentuata diversificazione del suo portafoglio rispetto ai tradizionali soft drink, cui si affiancheranno in misura crescente bevande pensate per consumatori più attenti alla salute.

Anheuser-Busch InBev (NYSE: BUD)

Capitalizzazione di mercato: 192 miliardi di dollari.
Dividend yield: 3,44%
Un portafoglio di 200 brand di successo legati all'universo birra sono invece il biglietto da visita di Anheuser Busch InBev, numero uno al mondo nel comparto per dimensioni e ricavi e casa madre di marchi come Budweiser, Corona, Stella Artois e Beck's.

Con la recente acquisizione di SABMiller, ricorda Daniel Miller, la compagnia ha adesso 18 marchi con vendite retail superiori al miliardo di dollari, gode i vantaggi di un business non particolarmente sensibile ai cicli economici e dai ricavi relativamente prevedibili e fa affidamento su una strategia semplice: portare a termine acquisizioni intelligenti con prospettive di crescita e poi creare sinergie tagliando i costi.
Tutti punti di forza ben osservabili dando uno sguardo ai numeri del terzo trimestre, che ha visto i margini del gruppo salire di 353 punti base a un impressionante 38,9%. Se a ciò si aggiungono le ottime prospettive di espansione in mercati emergenti come Cina, Messico, Russia e India e un dividend yield del 3,44%, è la conclusione di Miller, diventa chiaro che non è facile trovare sul mercato un mix migliore.

Merck & Co., Inc.

(NYSE:MRK)

Capitalizzazione di mercato: 152 miliardi di dollari.
Dividend Yield: 3,4%.
Per Sean Williams garantisce infine una certa sicurezza il colosso farmaceutico Merck & Co., altro titolo a prova di recessione che oltre ad un interessante dividend yield del 3,4% offre agli investitori interessanti prospettive di crescita.
Fattore chiave in questo senso, spiega, saranno i risultati di vendita del suo prodotto di punta, l'antitumorale Keytruda, che ha ottenuto l'approvazione regolamentare per diversi trattamenti di prima e di seconda linea: i ricavi annuali del farmaco potrebbero agevolmente superare i 5 miliardi di dollari e forse persino avvicinarsi ai 10 miliardi, rafforzando una pipeline che include farmaci popolari come l'antidiabetico Januvia (4 miliardi di vendite annuali) e lo Zetia, un medicamento usato per la cura del colesterolo che assicura al gruppo un giro d'affari di 2 miliardi.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.