-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 13 novembre 2017

Telecom, Leonardo e Btp Italia osservati speciali


L'Italia osservata speciale sui mercati. E per più di un motivo. I protagonisti della prima seduta della settimana.

La panoramica

La settimana vede, tra i vari appuntamenti, quello cruciale della lettura preliminare del Pil terzo trimestre mentre oggi ci sarà un anticipo della tenuta del governo sulla questione pensioni visto il nodo di quei lavoratori da escludere dall'aumento dell'età di vecchiaia a 67 anni nel 2019 oltre alla messa a punto del nuovo meccanismo di calcolo degli aumenti della speranza di vita nel 2021.

Guardando ancora al mercato Italia, il protagonista, oggi, sarà il Btp Italia alla sua dodicesima edizione. Si tratta del bond legato all'inflazione, prenotabile via Internet e che offrirà un rendimento minimo garantito annuo dello 0,25% per una scadenza a sei anni. Fatto salvo l'eventuale aumento dell'inflazione in arrivo.
In realtà l'operazione incarna la necessità di ricollocare oltre 22 miliardi (22,3 per la precisione) di quei Btp Italia del novembre 2013, caratterizzata da lotti minimi (20mila euro) che avevano attirato l'attenzione di 138mila piccoli e piccolissimi investitori, una schiera che rappresentò il record per l'ultimo nato dei bond legati all'inflazione.

Nel caso dell'emissione del 2013 si parlava di una cedola del 2,15%. Il titolo di debito può essere prenotato fino a mercoledì (scadenza per i risparmiatori) o giovedì (professionisti) con premio del 4 per mille per chi manterrà il titolo in portafoglio fino alla scadenza effettiva.

Uno sguardo al mondo

Sul fronte internazionale, invece, i problemi continuano a riguardare la riforme fiscale Usa che stenta ad essere guidata in porto con difficoltà crescenti create addirittura dagli stessi repubblicani che, a Camera e Senato, hanno presentato due bozze diverse in molti punti, se non addirittura discordanti.

Wall Street teme perciò un'ulteriore slittamento dei tempi dopo la certezza, nei giorni scorsi, di una quasi certa approvazione prima di Natale. n tutto questo il Dow Jones chiude a -0,2%, lo S&P500 lo 0,25% e il Nasdaq lo 0,1%. L'Europa, invece, riparte da una situazione di chiusure negative con il Ftse Mib in calo dello 0,36% (22.560,79 punti), chiusura che rappresenta il sesto segno meno di fila, Londra a -0,68%, Francoforte cede lo 0,42% e Parigi lo 0,5%.

La situazione a Piazza Affari

Per quanto riguarda il Ftse Mib, i titoli sotto il radar degli operatori saranno principalmente due.

Il primo è Leonardo, protagonista, nell'ultima parte della settimana, di un crollo che ha portato il titolo a perdere quanto guadagnato finora da inizio anno. Il gruppo guidato da Alessandro Profumo, a causa della crisi del settore elicotteri, è stato costretto a rivedere al ribasso la guidance 2017 sull'Ebita rimodellando le attese precedenti, ferme a 1,25-1,3 miliardi in quelle attuali, comprese tra 1,05-1,1 miliardi.
Stesso discorso per i ricavi e le relative previsioni che da circa 12 miliardi passano a 11,5-12 miliardi. Il secondo titolo atteso al varco dagli operatori è Telecom Italia che dopo la presentazione dei conti ha registrato un vero e proprio flash crash con la perdita di circa 7,5 punti percentuale per poi riprenderne oltre 9.

La causa potrebbero essere, appunto, i risultati del terzo trimestre 2017 che ha visto utili per 437 milioni contro i 493 milioni delle attese mentre i profitti sull'arco dei nove mesi sono stati di 1,033 miliardi di euro in calo da 1,495 miliardi sullo stesso periodo dell'anno scorso.

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.