-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 22 novembre 2017

Ritornano i massimi: i titoli da preferire a Piazza Affari

 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.
L'indice Ftse Mib sta provando a risalire la china dopo aver messo nuovamente sotto pressione l'area dei 22.000 punti. Il recupero in atto potrà proseguire nel breve?
Dopo le prese di beneficio che si sono materializzate nelle prime due settimane di novembre, tornano gli acquisti sui principali mercati azionari che, nonostante l'instabilità politica presente in Germania e i timori riguardanti la riforma fiscale in Usa, vedono Wall Street macinare gli ennesimi record di sempre. Da segnalare inoltre che l'indice dei Paesi Emergenti è sui massimi degli ultimi 72 mesi grazie ad alcuni buoni dati sia macro che societari.
L'incertezza politica tedesca impatta negativamente sull'EURO che nei confronti del DOLLARO sembra proiettato a testare la soglia degli 1,17, sotto cui proseguirebbe il trend di breve negativo in direzione degli 1.1660 e a seguire di 1.1570.
Nonostante la volatilità presente sul settore finanziario (pesano sempre i crediti in sofferenza che hanno portato alcuni istituti medi a varare importanti aumenti di capitale), arriva il rimbalzo sul nostro indice principale che grazie alla tenuta dei 22mila punti si avvia al test dei 22500 punti. Oltre tale soglia avremmo una prosecuzione del recupero verso i 22.800 punti.
Al contrario segnali di debolezza con conferme sotto i livelli sopra segnalati.
Nella seduta di ieri Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) e Banco BPM sono stati i due bancari più penalizzati dalle vendite. Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?
Prosegue il trend ribassista del titolo UBI BANCA che in caso di rottura dei 3.70 euro dovrebbe proseguire la sua discesa in direzione dei 3.50 euro.
Si arresta momentaneamente il rimbalzo di BANCO BPM che solo con conferme oltre i 2.75 euro avrebbe un primissimo target sui 2.90-2.92 euro.
Ieri Unipol e UnipolSai (Amsterdam: UQ8.AS - notizie) sono scesi in controtendenza rispetto al mercato. Consiglierebbe l'apertura di posizioni long su questi due titoli ora?
Nonostante il rimbalzo delle ultime giornate, aspetterei il break di alcuni livelli per intervenire sui due titoli da lei citati.
Nello specifico break di area 1.92 euro per UNIPOLSAI, mentre per UNIPOL (Dusseldorf: 18319160.DU - notizie) il superamento dei 3.82-3.83 euro.
Enel (Londra: 0NRE.L - notizie) ha reagito molto bene alla presentazione del nuovo piano industriale, ma tra le utilities di recente sta performando bene anche A2A (EUREX: 928195.EX - notizie) . Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?
La presentazione del piano Industriale impatta positivamente su ENEL che sembra proiettato al test dei massimi posti in area 5.43 euro, oltre cui si avrebbe un nuovo segnale di forza.
Trend ascendente anche per A2A che oltre area 1.54 euro invierebbe un segnale di acquisto.
Su debolezza ritorni in area 1.50 euro potrebbero rappresentare occasioni da sfruttare per entrare long su A2A.
Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino nell'ambito della sua operatività? A quali consiglia di guardare ora?
Tra i titoli impostati al rialzo segnalo RECORDATI (Londra: 0KBS.L - notizie) , per il quale le prese di beneficio si sono arrestate a contatto con i primi supporti situati in area 37.50 euro.
Da seguire FINCANTIERI oltre area 1.17 euro ed infine AMPLIFON (Londra: 0N61.L - notizie) al superamento della soglia dei 13 euro.
Buon trading
Per consultare le PERFORMANCE dei nostri PORTAFOGLI clicca qui

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.