-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 13 novembre 2017

Piazza Affari: sempre più probabile un rimbalzo, ma siate cauti!


Non si ferma la discesa delle Borse europee che dopo i ribassi delle ultime giornate hanno continuato a perdere terreno anche oggi. Il Ftse100 ha limitato le perdite ad un calo dello 0,24%, mentre il Dax30 e il Cac40 hanno riportato una flessione rispettivamente dello 0,4% e dello 0,73%.

Ftse Mib: le vendite hanno ancora la meglio

Segno meno anche a Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi  22.437 punti, con un calo dello 0,55%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.586 e un minimo a 22.269 punti.


Con quella odierna sale a sette il numero di sedute consecutive al ribasso per l'indice delle blue chips che continua a segnare massimi e minimi decrescenti, senza trovare al momento un supporto dal quale ripartire.
Il cedimento di area 22.500, se confermato nelle prossime ore, potrebbe condurre il Ftse Mib ad un nuovo test dei minimi odierni in area 22.250, sotto cui la discesa proseguirà verso la soglia psicologica dei 22.000 punti, da cui è partito l'ultimo recupero che ha condotto su nuovi massimi dell'anno.


Un immediato ritorno sopra area 22.500 potrebbe favorire acquisti che troveranno un primo ostacolo in area 22.700/22.800 e una resistenza successiva sui massimi dell'anno a 23.000/23.100 punti.
Sarà solo con il superamento di questo baluardo che il Ftse Mib potrà proseguire al rialzo verso nuovi massimi, con primo obiettivo area 23.500 e target successivo sull'importante livello dei 24.000 punti che potranno essere raggiunti entro la fine dell'anno.
Vista la discesa delle ultime giornate aumentano le chance di assistere ad un rimbalzo nelle prossime ore, ma sarà bene muoversi con cautela per valutare se si tratterà di un semplice pull-back o di una ripresa della tendenza rialzista ancora in essere.  

I market movers in America

Sul fronte macro Usa domani oltre all'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa, sarà diffuso l'indice dei prezzi alla produzione che ad ottobre dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,1%, in frenata rispetto allo 0,4% precedente, mentre la versione "core" è visra in positivo dello 0,2% dallo 0,4% di settembre.
In giornata è previsto un discorso di Charles Evans, presidente della Fed di Chicago, oltre al quale parlerà il collega della Fed di St.Louis, James Bullard, ma è previsto anche un intervento di Raphael Bostic, a capo della Fed di Atlanta.


Da segnalare che alle 11 ora italiana sono attesi i discorsi del numero uno della Fed, Yellen, del presidente della BCE, Draghi, e degli omologhi della Bank of England e della Bank of Japan, Carney e Kuroda.  
Sul versante societario da segnalare prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati del terzo trimestre di Home Depot, dai quali ci si attende un utile per azione pari a 1,82 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa sarà diffusa la seconda lettura del PIL del terzo trimestre che dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,6%, in linea con la rilevazione preliminare e con quella dei tre mesi precedenti.

Per la produzione industriale di settembre le stime parlano di un calo dello 0,5%, in decisa frenata rispetto al rialzo dell'1,4% precedente.
In Germania sarà resa nota la stima preliminare del PIL del terzo trimestre che dovrebbe salire dello 0,6%, in linea con l'indicazione precedente, mentre per il dato finale dell'inflazione di ottobre si prevede una lettura sulla parità rispetto al calo dello 0,1% di settembre.
Sempre in terra tedesca da seguire l'indice Zew che a novembre dovrebbe salire da 17,6 a 19,2 punti.  
In Italia il dato preliminare del PIL del terzo trimestre è visto in salita dello 0,4% rispetto allo 0,3% precedente, mentre la lettura finale dell'inflazione ad ottobre dovrebbe attestarsi sulla parità dopo la flessione dello 0,2% di settembre.
Da seguire in Germania l'asta dei titoli di Stato con scadenza a due anni per un ammontare massimo di 5 miliardi di euro, mentre in Spagna saranno collocati titoli di Stato con scadenza a 6 e a 12 mesi per un importo compreso tra 5,5 e 6,5 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire Salvatore Ferragamo che presenterà i conti del terzo trimestre e allo stesso appuntamento saranno chiamate diverse società a piccola e media capitalizzazione.


Si tratta di: Brunello Cucinelli, Cattolica Assicurazioni, Astaldi, B&C Speakers, Cairo Communication, Cembre, El.En, IMA, Isagro, IT Way, Landi Renzo, Marr, Mondo TV, Nice, Reply, Sabaf, Saes Getters, Servizi Italia, TamburiIP, Tecnoinvestimenti, Vittoria Assicurazioni, Class Editori, Compagnia Immobiliare Azionaria, Conafi Prestitò, Enervit, eukedos, FullSix, e Prelios.    
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.