-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 28 novembre 2017

Piazza Affari risale la china: nuovi rialzi dietro l'angolo?

 
Seduta speculare a quella della vigilia per le Borse europee che hanno ripreso la via dei guadagni oggi, chiudendo gli scambi tutte in positivo. Gli indici del Vecchio Continente si sono mossi sostanzialmente alla stessa velocità, con l'unica eccezione del Ftse100 che ha guadagnato l'1,04%, mentre il Dax30 e il Cac40 sono saliti rispettivamente dello 0,46% e dello 0,57%.
Ftse MIb in recupero: i livelli da tenere d'occhio
In luce verde anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 22.291 punti, con un vantaggio dello 0,52%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.301 e un minimo a 22.194 punti.
L'indice ha avviato gli scambi già in salita, riuscendo a recuperare metà della perdita accusata di ieri, fermandosi sostanzialmente a metà strada tra la prima resistenza di rilievo e il primo importante supporto.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) primo caso ci riferiamo all'area dei 22.500 punti, la cui rottura potrà offrire il via libera per ulteriori acquisti, con primo obiettivo a 22.800 punti e target successivo sui massimi dell'anno in area 23.000/23.100. Solo con la rottura decisa di questo ostacolo si potrà pensare ad una prosecuzione del rialzo in direzione dei 23.500 punti, ultimo baluardo da abbattere prima di un approdo sull'importante resistenza di area 24.000.
Al ribasso il supporto cui facevamo riferimento prima è quello dei 22.000/21.950 punti, la rottura dei quali alimenterà ulteriori vendite verso i 21.500 punti prima e in seguito fino alla soglia psicologica dei 21.000 punti, il raggiungimento della quale appare poco probabile nel breve.
Ci attendiamo ancora un tentativo di recupero da parte del Ftse Mib che dovrebbe provare a mettere nuovamente sotto pressione l'ostacolo dei 22.500 punti da cui è stato frenato di recente, per poi spostare lo sguardo sugli obiettivi successivi segnalati poc'anzi.
I market movers in America
In America domani si conoscerà l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma ben più rilevante sarà la seconda lettura del PIL del terzo trimestre che dovrebbe mostrare una variazione positiva del 3,2% rispetto al 3% della versione preliminare e in confronto al 3,1% dei tre mesi precedenti.
Per l'indice home pending sales, relativo cioè alle vendite di case con contratti in corso, ad ottobre si prevede un rialzo dell'1,1% rispetto alla lettura invariata di settembre.
Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report settimanale sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.
In serata, due ore prima della chiusura di Wall Street si guarderà al Beige Book, il tradizionale rapporto della Fed sullo stato di salute dell'economia a stelle e strisce.
In agenda un discorso di William Dudley, presidente della Fed di New York, e di John Williams, a capo della Fed di San Francisco. Nel pomeriggio è previsto un intervento del numero uno della Fed, Janet Yellen, al Joint Economic Committee.
Sul versante societario da seguire i risultati degli ultimi tre mesi di Tiffany & Co (NYSE: TIF - notizie) , dai quali ci si attende un utile per azione pari a 0,76 dollari.
I dati macro e gli eventi in Europa
In Europa domani sarà reso noto l'indice relativo alla fiducia economica di novembre che dovrebbe salire da 114 a 114,4 punti, mentre l'indice della fiducia delle imprese, sempre riferito a novembre, è visto in rialzo da 7,9 a 8,8 punti e l'indice della fiducia servizi in aumento da 16,2 a 16,7 punti.
Per il dato finale dell'indice relativo alla fiducia dei consumatori a novembre si stima una lettura pari a +0,1 punti, in recupero rispetto alla rilevazione precedente fermatasi a -1 punto.
In Francia sarà diffuso il dato finale del PIL del terzo trimestre che dovrebbe salire dello 0,5%, in linea con la lettura preliminare e in frenata rispetto allo 0,6% dei tre mesi precedenti. Le spese per consumi ad ottobre sono attese sulla parità, in netta frenata rispetto al rialzo dello 0,9% precedente.
In Germania il focus sarà sul dato preliminare dell'inflazione che a novembre dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,3% rispetto alla lettura invariata precedente, ma anche quella armonizzata è vista in rialzo dello 0,3% contro il calo dello 0,1% di ottobre.
I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari
A Piazza Affari domani saranno da seguire i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa in agenda nel pomeriggio.
In calendario i risultati del terzo trimestre di Mittel.
Da seguire l'asta dei titoli di Stato visto che saranno collocati BTP con scadenza nel 2027 e i CCTeu con scadenza nel 2025 per un importo compreso tra 1,25 e 1,75 miliardi di euro in entrambi i casi.  

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.