-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 7 novembre 2017

Piazza Affari arranca sui top dell'anno: cosa aspettarsi ora?


Nuova seduta in calo per le Borse europee che dopo un avvio positivo non sono riuscite a mantenersi al di sopra della parità, scivolando in territorio negativo e ampliando progressivamente le perdite nel pomeriggio. Gli indici hanno terminato gli scambi a ridosso dei minimi intraday, con il Cac40 in calo dello 0,48%, seguito dal Ftse100 e dal Dax30 che hanno accusato un ribasso rispettivamente dello 0,65% e dello 0,66%.

Ftse Mib di nuovo respinto dai 23.100 punti

Si è difesa meglio degli altri Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato sui minimi intraday a 22.962 punti, con un rosso dello 0,18%, dopo aver segnato un massimo a 23.133 punti.


L'indice delle blue chips sta provando a più riprese a posizionarsi al di sopra dei 23.000 punti, ma almeno per il momento non è riuscito nel suo intento.
Proprio quest'oggi i corsi si sono spinti appena sopra i massimi segnati nell'intraday il 2 novembre scorso poco oltre i 23.100 punti.
Non è da escludere il rischio di un doppio massimo in quest'area e qualora tale figura venisse confermata, bisognerà prepararsi ad una flessione nel breve.
Il primo supporto da monitorare resta quello dei 22.850/22.800 punti, sotto cui la discesa proseguirà in direzione di area 22.500.

Con il cedimento di quest'ultimo sostegno il Ftse Mib tornerà a mettere sotto pressione i recenti minimi di area 22.000, da cui è partito il recupero che ha portato a segnare nuovi massimi dell'anno.
Al rialzo per assistere ad una prosecuzione del movimento in atto sarà importante il superamento confermato in chiusura di sessione dei 23.100 punti, oltre i quali si guarderà all'ostacolo dei 23.500/23.600 punti.
Se il Ftse Mib riuscirà ad avere ragione di questo livello potrà allungare il passo verso la soglia psicologica dei 24.000 punti che difficilmente sarà violata in prima battuta. 

I market movers in America

Anche per domani l'agenda macro in America si presenta piuttosto scarna di eventi visto che è da segnalare solo l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari.


Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia. 
A mercati chiusi si guarderà ai risultati degli ultimi tre mesi di Eastman Kodak.

I dati macro e gli eventi in Europa

Anche in Europa non sono previsti dati macro di rilievo e si segnala in Germania l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2022 per un ammontare massimo di 3 miliardi di euro, mentre in Grecia saranno offerti titoli con scadenza a 3 mesi per un importo di 875 milioni di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari presenteranno i risultati del terzo trimestre Banca Generali, Bper Banca, Enel e Unicredit.


Alla prova dei conti anche diverse società a piccola e media capitalizzazione: Geox, Hera, Cementir Holding, Dea Capital, ePrice, Interpump, Aedes, ItaliaOnline, Poligrafici Printing, Safilo e Tas. 
Da seguire Mediaset che ha diffuso i conti dei primi nove mesi dell'anno, chiusi con un utile netto pari a 35,9 milioni di euro rispetto alla perdita di 118 milioni dello stesso periodo del 2016, mentre i ricavi sono calati da 2.563,9 a 2.532,8 milioni di euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.