-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 30 novembre 2017

L'Angolo del Trader


Positiva* Bper Banca* grazie ai dati BCE sui requisiti prudenziali SREP per il 2018: CET1 ratio pari a 8,125% e Total Capital ratio pari a 11,625%. Al 30 settembre Bper presentava CET 1 ratio in regime transitorio (Phased in) al 14,03% e Total Capital ratio in regime transitorio (Phased in) al 16,89%, quindi ben al di sopra dei requisiti patrimoniali minimi richiesti dall'Eurotower.
Sul finale di seduta tuttavia i bancari hanno ridotto i guadagni: l'indice Ftse Italia Banche ha terminato a +0,75%, l'EURO STOXX Banks a +1,3% circa. Da un punto di vista grafico il titolo ha attaccato e superato il picco del 3 novembre a 4,35 euro. Conferme oltre questa resistenza renderebbero probabile una estensione della reazione partita a metà novembre almeno fino sulla media mobile a 100 giorni, a 4,60 circa.

Target successivo a 5 circa, sulla linea che scende dai massimi di gennaio. Discese sotto 4,04, gap del 9 novembre e minimi allineati di febbraio e giugno, metterebbero invece nel mirino il test di 3,81 e di area 3,50 euro.
Credito Valtellinese mette a segno un colpo molto importante per il successo dell'aumento di capitale da 700 milioni di euro.
Finora Mediobanca era l'unico istituto a formare il consorzio di garanzia dell'operazione (come Global Coordinator e Bookrunner) avendo siglato un accordo di pre-underwriting lo scorso 7 novembre 2017. Ieri a mercato chiuso CreVal ha comunicato che il colosso Citigroup è entrato a far parte del consorzio in qualità di Co-Global Coordinator e Joint Bookrunner.

Trovano quindi conferma le parole di una decina di giorni fa del d.g. Mauro Selvetti, secondo cui Mediobanca aveva ricevuto richieste da alcune investment bank per entrare nel consorzio. L'aumento, che secondo il manager e alcune indiscrezioni dovrebbe avvenire a febbraio, può ora contare su fondamenta decisamente solide.
L'analisi del grafico di Credito Valtellinese evidenzia il corposo rialzo dal minimo storico del 17 novembre a 0,86 euro e il successivo assestamento al di sotto di quota 1,6250. L'eventuale superamento di questo ultimo livello favorirebbe un'estensione del rimbalzo fin sui 1,9750, base dell'ampio gap ribassista (limite superiore a 2,5360) lasciato l'8 novembre.

Discese sotto 1,3520 preannuncerebbero invece un'inversione di tendenza: conferme in tal senso alla violazione di 1,28.
*Sogefi *balza in avanti e torna sui massimi di inizio novembre, completando il recupero dopo la correzione vista nella prima metà del mese. Il titolo approfitta della decisione di Banca Akros di migliorare la raccomandazione da accumulate a buy con target a 5,25 euro.
Per Equita Sim invece il giudizio è hold (mantenere) con target price a 4,5 euro. Analoghe valutazioni anche da parte di Mediobanca Securities che ha confermato la raccomandazione neutral sul titolo con obiettivo a 4,2 euro. Martedì il gruppo della componentistica per l'automotive ha presentato agli analisti finanziari il nuovo piano tecnologico.

L'a.d. Laurent Hebenstreit ha poi rilasciato un'intervista a MF in cui ha sottolineato l'importanza dei nuovi veicoli ibridi in quanto offrono l'opportunità di sviluppare nuove tecnologie nel raffreddamento e nelle sospensioni. Le quotazioni sono salite fino a quota 4,422, allineandosi al top del 3 novembre a 4,43, per poi stabilizzarsi in area 4,38 con un 10% circa di guadagno sulla chiusura di martedì a 3,984 euro.
La rottura delle medie mobili a 50 e a 100 giorni, passanti a 4,52 euro, confermerebbe l'intonazione positiva dimostrata nelle ultime ore prospettando il test di 4,82, top del 24 ottobre, e di area 5,25, dove transita la trend line che unisce i massimi di giugno e di ottobre. Solo discese al di sotto del massimo del 22 novembre a 4,218 farebbero temere un avvitamento ribassista che potrebbe interessare i minimi di metà novembre a 3,67 e quelli di metà aprile a 3,518 euro.
(SF - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.