-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 27 novembre 2017

I consigli per essere felici secondo Warren Buffett


Essere o avere? La domanda è quella che da secoli si pongono filosofi e comuni mortali e alla quale tentiamo di rispondere anche noi nella vita di tutti i giorni: i soldi fanno la felicità? E se sì, in quale misura? 
A rispondere è uno che di soldi (e soprattuto di come farli) se ne intende, Warren Buffett.
Più che una visione definitiva sulla vita e sulla felicità, quello che il guru di Omaha regala è un consiglio per capire come essere felice e soprattutto come accorgersi che è ora di cambiare.

La view di Buffett

Il primo punto dal quale partire è la realtà che ci circonda.

Partendo da questo presupposto è indispensabile capire se le persone che ci circondano possono meno renderci felici nel tempo e per quali motivi. In altre parole, se quelle persone fossero azioni, per quale motivo sarebbe giusto investire su di esse. Il parallelismo non è scelto a caso: l'amicizia è uno di quei sentimenti che vanno coltivati e su cui, appunto, è necessario investire energia, tempo, dedizione, impegno e costanza.
Detto questo si deve valutare se è il caso farlo. Per riuscire ad ottenere una visione chiara, l'investitore consiglia di mettere nero su bianco i motivi che hanno spinto alla scelta e quelli che hanno convinto a fare l'investimento. Lo stesso si dovrebbe fare per quelle persone che, negative, si è deciso di evitare posizionandosi short.

Anche in questo caso il parallelismo è tipicamente finanziario: chiunque investe deve obbligatoriamente partire da una strategia e lo steso deve fare chi vive costantemente con persone che, forse, potrebbero contribuire alla sua felicità oppure, in caso contrario, stimolarne la depressione.
Ma l'esercizio non è fatto per guardare agli altri ma solo per creare uno specchio su se stessi: se le caratteristiche che hanno portato a mettere qualcuno nella lista degli "Evitabili" sono presenti, dopo attenta analisi, anche in noi stessi, va da sè che noi stessi potremo essere nella lista di "evitabili" di qualcun altro.

Allo stesso tempo sarà utile monitorare le qualità positive degli altri per riuscire, se non proprio ad appropriarsene, almeno a coltivarle in noi nella misura più ampia possibile.

I consigli di Confucio e Einstein

La strategia di riuscire a sviluppare abitudini di comportamento positive ed allontanare quelle potenzialmente distruttive ha un ultimo fine: lavorare per e con persone che si stimano, facendo un lavoro gradito e gradevole.
A questo punto è facile chiamare in causa Confucio: fai un lavoro che ti piace e non lavorerai mai un giorno in vita tua. Ma, volendo essere meno filosofici si potrebbe ricorrere al consiglio sulla felicità che Albert Einstein diede ad un cameriere. Era il 1922 e il fisico teorico, allora già famoso grazie al premio Nobel ottenuto l'anno prima, si trovava in Giappone per una serie di conferenze: un corriere gli portò un messaggio ma, di fronte al rifiuto di quest'ultimo di ricevere una mancia (il costume nipponico lo vieta), Einstein pensò di fargli dono di un consiglio, quello sulla felicità.

Su un paio di biglietti con l'intestazione dell'hotel decise perciò di vergare qualche parola: "Una vita calma e modesta porta più felicità della ricerca del successo abbinata a una costante irrequietezza" e, sul secondo "Quando c'è una volontà, esiste una via".
Non si sa se il consiglio regalò la felicità a chi lo ricevette ma sappiamo che portò soldi (tanti) a chi lo ha fatto mettere all'asta. La reliquia, infatti, è stata venduta per oltre 1,5 milioni di dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.