-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 17 novembre 2017

Focus su Wall Street: Fitbit


Era partito tutto con grandi promesse di amore reciproco tra Fitbit Inc (NYSE: FIT) e gli investitori anche grazie all'innovazione che Fitbit rappresentava.

I problemi per Fitbit

La società, ricorda Luke Lango, ha aperto la strada al mercato dei wearables, ossia quei dispositivi che possono monitorare lo stato di salute del corpo durante l'allenamento oppure, in casi specifici, anche durante la degenza.
Era un mercato promettente con un enorme potenziale di crescita se non altro perchè in brevissimo tempo era diventata anche una moda non solo per gli appassionati di fitness ma anche per quelli che, non molto esperti, muovevano i primi passi (nel vero senso della parola) nelle tecniche di allenamento.

Tutto questo aveva convinto gli investitori che FIT avesse la strada spianata per il successo. Purtroppo non è stato così. Infatti è vero che l'azienda ha creato un mercato ma, sfortunatamente per le i, i grandi del settore hitech hanno fiutato l'affare e si sono gettati a capofitto facendo valere il proprio brand e il proprio centro di ricerca all'avanguardia, il tutto favorito anche dall'enorme liquidità a disposizione.
Un nome su tutti: Apple Inc. (NASDAQ: AAPL) nel mercato degli smartwatch. Così FIT si è trovata a dover recuperare terreno, zavorrata anche dai paragoni con i suoi stessi fasti passati. Ora, le azioni FIT languono nell'intervallo da 5 e 7 dollari, range in cui sono rimaste bloccate per la maggior parte del 2017.

Le azioni non sono riuscite a suscitare entusiasmi nemmeno con gli ultimi conti trimestrali nonostante siano stati positivi.

Il motivo?

Gli osservatori sono rimasti delusi dallo smartwatch Ionic, lanciato ad agosto, un nuovo gadget che, si diceva, avrebbe catalizzato l'interesse dei consumatori creando una forte inversione di tendenza.
La prima conseguenza è stata che dopo i minimi di agosto le azioni sono aumentate del 24% nella stampa del terzo trimestre. purtroppo, però il cambio di rotta non c' stato a novembre il calo è stato evidente, su tutti i fronti. Numeri alla mano si parla di un fatturato sceso da 503,8 a 392 milioni di dollari, spedizioni in calo da 5,3 milioni a 3,6 milioni di unità e sul versante dei guadagni netti si è registrata, unica nota positiva, una perdita di 231,7 milioni di dollari diminuita a 113,4 milioni.

Il mercato degli Usa, solitamente forte, è stato il primo ad aver ceduto. In casi come questi l'unico slancio porebbe arrivare da qualcosa di forte che, però, all'orizzonte non si vede per Fitbit. A questo punto in molti si chiedono cosa c'è che non va. La domanda? In realtà più che la domanda in generale è la domanda specifica di prodotti Fitbit visto che lo smartphone di Apple ha registrato il suo terzo trimestre consecutivo di crescita.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.