-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 14 novembre 2017

EUR/USD Analisi Fondamentale Giornaliera – Previsioni per il 14 novembre 2017

Ieri la performance dell’euro è stata fra le migliori: nel corso della giornata si è mosso in rialzo contro un dollaro anch’esso relativamente forte e stabile. Come prevedibile trattandosi del primo giorno della settimana, è stata una giornata lenta e l’euro ha guadagnato terreno gradualmente ma con passo costante superando la regione dei $ 1,1650 per attestarsi tranquillamente sopra tale soglia anche stamane.
EUR/USD grafico a 4 ore

EUR/USD in rialzo in una zona di resistenza

In seguito a una correzione ribassista verificatosi in scia a un apprezzamento del dollaro verificatosi ieri a inizio giornata, l’euro ha ripreso forza. Dopo una settimana positiva dovuta in particolar modo alle notizie relative alla posticipazione della riforma fiscale favorevole alle imprese negli USA, ieri mattinata l’euro ha subito una battuta di arresto e ha dato segnali di debolezza in corrispondenza di un ritorno in forze del dollaro in vista di sempre più probabile un innalzamento dei tassi da parte della Federal Reserve nel mese di dicembre.
Ieri a inizio giornata abbiamo ascoltato un discorso del membro della Federal Reserve Harker, nel corso del quale ha sostenuto che avremo un innalzamento dei tassi nel mese di dicembre e tre altri interventi nell’anno 2018; questa dichiarazione favorevole una stretta monetaria ha contribuito a rafforzare il dollaro nella prima metà della giornata di ieri; nel corso della sessione di Londra, però, i trader rialzisti dell’oro hanno ripreso il controllo e hanno contribuito a spingere l’euro in rialzo. Ora la coppia forex riposa in un’importante regione di resistenza e oggi potrebbe rivelarsi un giorno determinante nello stabilire la direzione di breve termine.
Nel resto della giornata, nel corso della sessione di Londra avremo i discorsi di Draghi e della Yellen. Dubito che i due rilasceranno dichiarazioni sulla politica monetaria, ma il mercato non smette di sperare in eventuali indicazioni rispetto a innalzamento dei tassi nel mese di dicembre da parte della Yellen – parole che potrebbero contribuire a rafforzare il dollaro nel breve medio termine. Più tardi, nel corso della sessione statunitense, conosceremo i dati sull’indice dei prezzi alla produzione dagli Stati Uniti, ai quali potrebbe associarsi un aumento di volatilità.
This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.