-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 9 novembre 2017

Enel: in primi 9 mesi utile netto in calo del 4,9% a 2,62 mld

Roma, 9 nov. (askanews) - L'Enel ha chiuso i primi 9 mesi dell'anno con un risultato netto del gruppo in calo del 4,9% a 2,621 miliardi di euro. I ricavi sono risultati in crescita del 5,3% a 54,188 mld. Lo riferisce la società in un comunicato. L'utile netto ordinario ha registrato un calo del 4,3% a 2,583 mld. Al netto delle partite non ricorrenti è però risultato in aumento del 3% su base comparabile. L'indebitamento è risultato in lieve aumento a 37,9 mld dai 37,5 mld di fine 2016.
 I ricavi, sottolinea la nota di Enel, sono risultati in aumento "per effetto dei maggiori ricavi da vendita di energia elettrica ai clienti finali e da trasporto di energia elettrica, da maggiori attività di trading di energia elettrica, nonché da vendita di combustibili, solo parzialmente compensati dagli effetti delle variazioni del perimetro di consolidamento".
L'Ebitda è risultato a 11,450 miliardi (era 12,010 mld nei primi nove mesi del 2016), in calo del 4,7% "per effetto dei minori margini in Iberia, che hanno più che compensato i buoni risultati registrati in Italia, soprattutto nel mercato retail, e l'effetto cambi positivo". L'Ebitda ordinario è risultato a 11,306 mld (era 11,896 mld nei primi nove mesi del 2016) in calo del 5% al netto delle partite straordinarie relative ad operazioni di cessione. Al netto delle partite non ricorrenti, l'Ebitda ordinario è diminuito del 2,6% su base comparabile. L'Ebit è risultato a 7,217 mld (era 7,689 mld nei primi nove mesi del 2016) in calo 6,1% e riflette il decremento dell'Ebitda, parzialmente compensato da minori ammortamenti e impairment.
Il risultato netto del gruppo a 2,621 mld (2,757 mld nei primi nove mesi del 2016) è in diminuzione del 4,9% "per effetto del calo dell'Ebit, solo parzialmente compensato dalle performance positive delle società valutate ad equity, dai minori oneri fiscali e dai minori oneri finanziari netti.
L'utile netto ordinario del gruppo a 2,583 mld (2,700 mld nei primi nove mesi del 2016) è risultato in calo del 4,3%. Al netto delle partite non ricorrenti, l'utile netto ordinario del gruppo è aumentato del 3% su base comparabile. L'indebitamento finanziario netto è risultato a 37,941 mld (37,553 mld a fine 2016) in aumento dell'1% "per effetto delle acquisizioni (tra cui, Celg-D ed EnerNOC) e degli investimenti del periodo, nonché del pagamento dell'acconto sul dividendo relativo all'esercizio 2016 e del relativo saldo, i cui effetti sono parzialmente compensati dai flussi di cassa in crescita della gestione operativa e dall'andamento dei tassi di cambio".
Il Cda dell'Enel ha deliberato un acconto sul dividendo 2017 pari a 0,105 euro per azione, in pagamento dal 24 gennaio 2018, in crescita del 16,7% rispetto all'acconto distribuito a gennaio di quest'anno. Lo riferisce una nota del gruppo.
Il consiglio di amministrazione ha anche confermato la politica di acconto sui dividendi prevista dal piano strategico 2017-2019. Per l'esercizio 2017 è previsto un dividendo complessivo pari a 0,23 euro per azione, equivalente al 65% del risultato netto ordinario del gruppo atteso per il 2017.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.