-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 29 novembre 2017

Credem: ampio margine su requisiti SREP


Notizie in complessivamente positive per Credem (+1,8% a 7,22 euro) da Francoforte: la BCE ha comunicato ieri la decisione finale sui requisiti patrimoniali da rispettare nell'ambito del processo annuale di revisione prudenziale (SREP). In particolare anche per il 2018 viene confermato all'1% il requisito di Pillar 2 (cd.
"Pillar 2 requirement"), conseguentemente il CET1 Ratio minimo sarà pari a 7,375% , con un buffer di 600 bps rispetto al CET1 Ratio registrato dal Gruppo a fine settembre 2017, pari a 13,37%. Credem evidenzia un grande vantaggio anche nei confronti dei livelli minimi di Tier1 Ratio (13,38% contro 8,875%) e Total Capital Ratio (15,07% contro 10,875%).

Si segnala però che il CET1 Ratio minimo per il 2017 era pari al 6,75% e che quindi il buffer al 30 settembre scende da 660 a 600 bps. Credem vanta comunque solide credenziali sia a livello reddituale (nei primi nove mesi del 2017 utile netto consolidato +42,1% a/a a 146,5 milioni di euro) che finanziario: a fine ottobre S&P ha confermato i rating a breve e lungo termine (A-3 e BBB-).
L'analisi del grafico di Credem evidenzia la correzione degli ultimi due mesi circa e il recente rimbalzo sui supporti di area 6,90 euro. L'eventuale perentorio superamento di 7,30 anticiperebbe un attacco al massimo di inizio ottobre a 7,69: in caso di successo verrebbe riattivato il movimento rialzista partito a fine settembre 2016 in direzione del picco della primavera 2015 a 8,3850.

La rottura decisa di 6,90 creerebbe invece le premesse per un affondo verso 6,60 almeno.
(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.