-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 3 novembre 2017

Catalogna: arresto per Puigdemont. Cosa accadrà ora?


Mandato d'arresto europeo per il presidente della Catalogna destituito Carles Puigdemont e per altri 4 ex componenti anch'essi in territorio belga. A confermarlo è l'avvocato del presidente della Generalitat catalana, ma non dal giudice della Audiencia Nacional, Camern Lamela, che invece si è riservata di decidere oggi se accogliere o meno la richiesta della procura e nemmeno da fonti belga che invece dichiarano di non aver ancora ricevuto alcuna comunicazione in merito.

Cosa succederà adesso? 

Il primo passo sarà quello, da parte della magistratura spagnola di formale richiesta di estradizione alla procura federale di Bruxelles.

Ma la situazione sta precipitando anche in Spagna dove ben 8 rappresentanti dell'ex governo catalano (Oriol Junqueras, Jordi Turull, Josep Rull, Carles Mundò, Raul Romeva, Joaquim Forn, Meritxell Borras e Dolors Bassa) si trovano agli arresti preventivi dopo essersi rifiutati di rispondere alle domande dei magistrati.
Il provvedimento è stato preso per evitare ogni rischio di fuga ma rappresenta anche la conferma della linea rigida scelta dal governo di Rayoj. Intanto sorgono dubbi sulle modalità delle prossime elezioni nella regione, elezioni volute da Madrid per rimpiazzare il governo esautorato: con l'arresto degli indipendentisti, arresto che con ogni probabilità darà il via ad un iter giudiziario, difficilmente sarà possibile la loro candidatura alle prossime sfide elettorali.

Il referendum 

All'inizio di Ottobre il referendum indetto da Barcellona e mai riconosciuto da Madrid, aveva sancito l'indipendenza della regione che già dal 1974 aveva sempre goduto di un regime di autonomia.

Ma immediatamente dopo la chiusura delle urne e la pubblicazione dei primi dati ufficiali, la stessa popolazione civile si scoprì a sua volta divisa tra unionisti e indipendentisti, con i primi impauriti anche dalle incognite economiche derivanti da un possibile divorzi prima dalla madrepatria e, conseguentemente, dall'Europa.
Nel primo mese dopo le elezioni, infatti, si parla di oltre 1.500 aziende che, per evitare l'incertezza normativa, hanno preferito abbandonare la regione trasferendo altrove le proprie industrie.



Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.