-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 1 novembre 2017

BUND TEDESCO - La Bce rassicura i mercati, rendimenti in forte calo

FATTO
Rendimenti in forte discesa per i titoli di Stato della zona euro dopo le novità emerse dal meeting Bce della scorsa settimana. Mario Draghi ha convinto i mercati sulla prosecuzione della linea "morbida".

Il piano di acquisti si dimezzerà da 60 a 30 miliardi di euro fino a settembre 2018, ma non è stata indicata una data finale e ciò significa che potrà essere modificato/prolungato se necessario.

Nel panorama della zona euro spicca il caso specifico dei nostri Btp galvanizzati dalla promozione di S&P. Il rendimento del decennale è sceso a 1,83%, minimo da inizio 2017. Il rendimento del biennale è sceso a -0,30%, nuovo minimo storico.

Il rendimento del Bund decennale tedesco (benchmark per eccellenza del segmento) è passato da +0,50% pre-Bce a +0,38% di oggi.

EFFETTO
Dal punto di vista grafico, l'intervento di Draghi non ha fatto altro che ribadire la tendenza ormai prevalente da inizio 2017. Nessuna rivoluzione.

Da oltre un anno, infatti, è visibile un progressivo incremento del rendimento del bund decennale tedesco, spiegabile soprattutto con il deciso miglioramento delle condizioni economiche della zona euro, ma il tutto è ancora inserito in un ampio range che vede come punti estremi un rendimento di picco intorno ad area 0,60% e un minimo a +0,20%. 

Ricordiamo che il rendimento minimo storico è stato segnato intorno a -0,20% nel 2016.

RENDIMENTO BUND GERMANIA 10 ANNI 



























Operatività. La nostra convinzione è che i rendimenti siano destinati presto o tardi ad allinearsi verso l'alto, sempre che l'economia della zona euro prosegua sulla strada del rafforzamento. I tatticismi sul QE potranno solo ritardare questo processo, ma non invertirlo. 

I punti di riferimento da monitorare sono un rendimento di +0,50/+0,60% verso l'alto e un rendimento di +0,30/+0,20% verso il basso. 

Nuova direzionalità (con contemporanea accelerazione del movimento) è prevista all'uscita da questo range. Sopra +0,60% si può proiettare un target di rendimento in area +1%.

Per trading stretto si può agire con operazioni in contotendenza, una volta raggiunti gli estremi del range.

Per puntare, in ottica di breve, su un ribasso del prezzo, di conseguenza sul rimbalzo dei rendimenti, si può investire nei seguenti strumenti a leva:

ETP BOOST BUND 10Y 3x SHORT DAILY 
Isin: IE00BKS8QN04 
(3BUS.MI)

ETP BOOST BUND 10Y 5x SHORT DAILY
Isin: IE00BYNXPH56
(5BUS.MI)

Per puntare, in ottica di breve, su un rialzo del prezzo, di conseguenza sul ribasso dei rendimenti, si può investire nel seguente strumento a leva:

ETP BOOST BUND 10Y 3x Leverage DAILY 
Isin: IE00BKT09255 
(3BUL.MI)

Obiettivo degli strumenti è quello di replicare (anche all'inverso) con leva 3 e 5 l'andamento dei future Bund a 10 anni. 

Ad esempio, nel caso il future Bund salga dell'1% in un giorno, allora l'ETP 5X scenderà del 5%; nel caso in cui il future Bund scenda dell'1% in un giorno, allora l'ETP 5X salirà del 5%.

Non ci sono a disposizione strumenti sulle scadenze temporali più brevi.

www.websim.it

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.