-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 15 novembre 2017

Borsa di Tokyo in calo per il sesto giorno consecutivo, tutte giù le Borse dell'Asia

La Borsa del Giappone si avvia a chiudere in ribasso per il sesto giorno consecutivo, l'indice Nikkei perde l'1,2%: una variazione negativa di questa ampiezza non si vedeva da questa primavera. 

Il mercato giapponese si sta allontanando rapidamente dai massimi dell'ultimo quarto di secolo toccati un paio di settimane fa, anche perché stanotte il dato sul Pil è stato leggermente deludente, o almeno, non entusiasmante: l'economia giapponese è cresciuta nel terzo trimestre dello 0,3% rispetto al secondo trimestre, in frenata dal +0,6% messo a segno nel periodo precedente: il consensus si aspettava +0,4%.

Le borse della Cina arretrano: Hong Kong -0,5%, indice CSI300 dei listini di Shanghai e Shenzen -0,6%. 

La discesa delle materie prime, il movimento che segnala una perdita di fiducia sulla forza della crescita economica, penalizza soprattutto la Borsa dell'Australia: indice S&P/ASX -0,7%.

In lieve calo i mercati azionari dell'India (BSE Sensex -0,2%) e della Corea del Sud (indice Kospi -0,2%).

Il petrolio Brent è trattato stamattina a 61,4 dollari il barile, in calo dell'1,3%, ieri ha chiuso in ribasso dell'1,5%, in un contesto di ampio arretramento delle materie prime.

Wall Street ha chiuso in calo, ma lontano dai minimi della seduta. Indice Dow Jones -0,1%, S&P500 -0,2%. 

E' proseguita la discesa di General Electric (GE.N) -5,5%.

Il dollaro ha fatto le spese dell'incertezza sulla riforma fiscale, impantanata al Congresso, in attesa del ritorno di Donald Trump alla Casa Bianca, dopo il lungo viaggio in Asia. Non ci sono soltanto le divisioni tra i repubblicani e l'amministrazione Trump, nelle ultime settimane, anche per effetto dei buoni successi raccolti in alcune elezioni locali, per esempio a New York, l'opposizione dei democratici è salita di tono.

Il dollaro si è indebolito su euro a 1,179 da 1,166 del giorno prima.

I future sulle borse europee anticipano un avvio in leggero ribasso 

Piani individuali risparmio. Per quanto riguarda l'Italia, Il Sole 24Ore segnala stamattina che le agevolazioni all'investimento previste dalla normativa sui Pir possono valere anche per i minori. Ci sono due risvolti pratici molto importanti. Infatti, da un lato si tratta di un aspetto che non può che fare da ulteriore volano a questo strumento finanziario, che già nei primi sei mesi dell'anno aveva raggiunto una raccolta netta complessiva pari a 5,33 miliardi (dati Assogestioni). Dall'altro lato, poi, non si può non considerare come l'apertura all'intestazione del Pir in capo ai minorenni sia in grado di generare un importante leva a livello di pianificazione fiscale familiare. 

L'agenda di oggi prevede:

DATI MACROECONOMICI 

EUROPA 
Francia, prezzi al consumo finali ottobre (8,45). 
Gran Bretagna, Ilo pubblica tasso disoccupazione, media salari settembre (10,30). 
Zona euro, commercio estero settembre (11,00). 

USA 
Prezzi al consumo, guadagni reali settimanali, vendite al dettaglio ottobre e indice manifatturiero Fed New York novembre
(14,30).
Scorte industria e al dettaglio settembre (16,00). 
Eia pubblica scorte settimanali prodotti petroliferi
(16,30).
Flussi netti di capitale settembre (22,00). 

SOCIETÀ 

ITALIA 
Cda 3° trimestre: Dada, Irce, Masi Agricola, PanariaGroup, Ratti, Salini Impregilo (nuovi ordini e andamento business). 
Conference call 3° trimestre: Isagro (10,30). 
Banca Carige, cda su condizioni aumento capitale. 

USA 
Risultati Cisco Systems, Target.

www.websim.it
www.websimaction.it

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.