-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 3 novembre 2017

Bond oggi: Try oltre i 4,4 e le Bei tornano sui supporti


Volatilità alle stelle su periodicità giornaliere, settimanali e mensili: la lira turca sta confermando la sua fase di estrema debolezza con movimenti talvolta iper veloci sui più diversi intervalli, costituendo motivo di attenzione da chi fa trading con le obbligazioni in valuta.
Il ritorno ai top di 4,45 contro euro è accompagnato da una fase di movimenti ampi, in cui l’analisi tecnica si dimostra piuttosto incerta, con indicazioni che passano dallo “strong sell” al “buy” nell’arco di poco tempo. Calcolando dei precisi “pivot point” su base settimanale – consigliabile rispetto a quella “daily” per evitare falsi segnali – attualmente si identificano dei supporti progressivi a 4,31 Eur vs Try e in seguito a 4,22 e a 4,13, mentre ulteriore debolezza si registrerebbe oltre i 4,49 e poi i 4,58.

Una situazione quindi complessa, su cui incidono molti fattori, talvolta esasperati da cause geopolitiche. 

L’attenzione sale

Un quadro così articolato riporta interesse alla lira turca anche da parte di investitori che erano decisi a non prenderla mai più in considerazione, dopo precedenti delusioni.
Lo testimonia l’incremento di scambi manifestato dalle obbligazioni in Try quotate al Mot. Ieri in testa alla relativa classifica si sono collocate al primo posto la Eib/Bei a cedola fissa 9,125% con scadenza 2020 (Isin XS1224031903) e al terzo la Eib/Bei a cedola fissa 9,25% con scadenza 2024 (Isin XS1115184753), distintesi però per performance negative.

La 2020 ha perso lo 0,74%, crollando a 93,8 Try, e la 2024 l’1,07%, precipitando a 92,17 Try. Si tratta di quotazioni solo di poco superiori rispetto a supporti chiave, da cui in passato entrambe hanno reagito con recuperi più o meno forti. 

Un po’ di analisi tecnica

Segnalato che i rispettivi yield sono saliti all’11,7% nel caso della scadenza 2020 e al 10,9% per la 2024, i più alti in assoluto dell’intero panorama dei bond quotati a Borsa Italiana, emerge di nuovo una debolezza accentuata, che si aggiunge a quella della valuta di riferimento.

Una verifica dei livelli segnala più precisamente che:
  • la 2020 è vicina alla quota 93,4 Try, su cui si è già appoggiata più volte, sebbene un vero supporto sia identificabile sui 93 Try. Molto lunghe le candele rosse delle ultime sedute, replica di un movimento avvenuto poche settimane fa.
    Da oltre un anno si è avviato un canale discendente che potrebbe portare la quotazione sotto area 93, anche perché la volatilità è talmente elevata che in intraday sono possibili accentuate “lower shadows”.
  • la 2024 esaspera i movimenti in base a una verifica storica, essendo scesa da quotazioni oltre 110 di inizio 2015.

    Ora si muove sui 92 Try e ha un supporto sui 91, testato più volte in passato. Pure in questo caso forte il ribasso delle ultime sedute, con una fluttuazione di trend che si riavvia per la terza volta nel corso degli ultimi due anni. 
Entrambi i grafici sono interessanti per chi sappia fare trading stretto su queste due Eib/Bei, con un suggerimento in più.
Alcuni intermediari offrono la possibilità di operare con conti correnti in tale divisa. In un momento difficile quale l’attuale quest’opzione si rivela decisiva per sfruttare al meglio la volatilità di entrambi i bond, depurando – se conviene – movimenti negativi del cambio.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.