-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 6 novembre 2017

Bond news - Euromacro


Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
Il Dipartimento dell'Economia e della Tecnologia tedesco ha reso noto che a settembre gli ordinativi industriali sono cresciuti dell'1% rispetto al mese precedente, battendo le stime degli analisti fissate su un decremento pari all'1,5%.
Ad agosto gli ordinativi erano cresciuti del 4,1%.
In Spagna Markit Economics ha comunicato che nel mese di ottobre l'Indice PMI dei Servizi (stima flash) si e' attestato a 54,6 punti dai 56,7 punti di settembre (consensus 55,5 punti), confermando il trend di crescita dei mesi precedenti sebbene a un tasso più lento.
In Italia Markit Economics ha comunicato che nel mese di ottobre l'indice Pmi dei servizi è sceso a 52,1 punti dai 53,1 punti di settembre, segnalando una ulteriore perdita di slancio dei ritmi di crescita dell'attività rispetto al record in quasi dieci anni di luglio.

Le attese erano fissate su un indice pari a 53 punti.
In Francia Markit Economics ha reso noto che il dato finale dell'Indice PMI dei servizi nel mese di ottobre si e' attestato a 57,3 punti dai 57,4 punti di settembre, segnalando comunque una solida crescita delle attività dei servizi.L'indice PMI Composito è sceso a 57,4 punti dai 57,5 punti precedenti.
In Germania Markit Economics ha comunicato il dato finale relativo all'Indice IHS PMI dei servizi.
Nel mese di ottobre l'Indice si è attestato a 54,7 punti dai 55,2 punti di settembre (consensus 55,2 punti), segnalando che l'attività del settore terziario tedesco continua sebbene a un tasso inferiore rispetto ai mesi precedenti.L'indice PMI Composito finale, che misura i risultati combinati delle attività manifatturiere e dei servizi, si e' attestato 56,6 punti dai 56,9 punti precedenti.
Il trimestre finale dell'economia dell'eurozona ha segnato un inizio forte.

Nonostante il tasso crescita della produzione sia leggermente rallentato, è rimasto tra i più rapidi in sei anni e mezzo, mentre il tasso occupazionale è stato il migliore in più di dieci anni. Entrambi i parametri hanno ricevuto la spinta di un flusso di nuovi ordini che è stato il più forte da aprile 2011.
L'Indice PMI® IHS Markit della Produzione Composita nell'Eurozona finale di ottobre si è posizionato su 56, segnando un calo rispetto a 56.7 di settembre, ma indicando un valore superiore rispetto alla precedente stima flash di 55,9. Salgono a 52 i mesi in cui l'indice segna un'espansione. Il settore manifatturiero ha continuato a registrare tassi di incremento maggiori per produzione, nuovi ordini e occupazione rispetto alla controparte terziaria nel mese di ottobre.

Ciononostante, quest'ultima ha continuato ad indicare incrementi forti in tutti e tre i parametri.
E' stato reso noto che nella Zona Euro l'indice Sentix, che misura la fiducia degli investitori nel mese corrente, è cresciuto a novembre attestandosi a 34 punti, dai 29,7 punti precedenti. Il dato e' superiore alle attese degli addetti ai lavori fissate su un indice pari a 30,8 punti e rappresenta il valore più alto degli ultimi 10 anni.
Il dato dell'Eurozona relativo ai prezzi alla produzione di settembre diffuso dall'Eurostat segna una variazione positiva dello 0,6% su base mensile, risultando superiore al consensus (fissato a +0,4%) e al +0,3% di agosto.

Su base annuale l'indice fa registrare un incremento del 2,9% dal +2,5% rilevato in precedenza (consensus +2,8%).
Aste in Francia:
-In Francia l'Agenzia del Tesoro AFT ha collocato 5,386 miliardi di euro in bond (BTF) a breve termine. Nel dettaglio sono stati assegnati 2,995 di euro in BTF a tre mesi con rendimento negativo al -0,687% dal -0,691% registrato nell'asta del 30 ottobre.
Sono poi stati assegnati 1,194 mld di euro in BTF a 6 mesi con rendimento al -0,667% dal -0,659% dell'asta precedente e 1,197 mld di euro in BTF a 12 mesi con rendimento allo -0,631% dal -0,606% precedente.
Aumentano i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 670,618 miliardi di euro, dai 631,813 miliardi della lettura precedente.

Scendono a 168 milioni di euro i prestiti marginali dai 188 milioni della rilevazione precedente.
Spread BTP/Bund a 144 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 1,78%.
Positivi i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di dicembre sale a 163,16 punti (+0,26%) ed il Bobl future si attesta a 131,91 punti (+0,09%).
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.