-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 1 novembre 2017

Bitcoin, la marcia è inarrestabile: ora va verso i 7000 dollari


Prosegue apparentemente inarrestabile la marcia del Bitcoin, che sta registrando stamane nuovi massimi storici salendo per la prima volta sopra i 6.500 dollari.

L'ulteriore rialzo della criptovaluta arriva dopo una serie di giornate particolarmente favorevoli per la più diffusa tra le critovalute, il cui prezzo si era già spinto a un massimo di 6.300 dollari il 29 ottobre per poi oltrepassare ieri la soglia dei 6.400 dollari.

Il nuovo rialzo

Nel momento in cui scriviamo, il Bitcoin Price Index del portale di settore Coindesk riporta un prezzo di 6.515,80 dollari, in lieve ritracciamento rispetto al picco raggiunto pochi minuti fa a 6548,54 dollari: alle 12 del 29 ottobre (ora italiana) l'indice mostrava una quotazione di meno di 5782 dollari, il che implica un rialzo di oltre il 13% in tre giorni e del 17% nell'ultima settimana 

Guadagni per tutto il settore

In ordine sparso più in generale le quotazioni degli asset digitali: balza il Bitcoin Cash, la criptomoneta frutto di una scissione ad agosto dallo stesso bitcoin, che ha guadagnato oltre il 9% nelle ultime 24 ore e ha adesso superato una quotazione di 492 dollari ; in ritracciamento invece Ethereum, la seconda moneta digitale per valore di mercato, che torna in area 300 dollari dopo essersi portato nelle scorse ore in prossimità dei 310 dollari.
Nuovo record anche per la capitalizzazione del bitcoin, che dopo aver superato ieri la soglia dei 100 miliardi di dollari ha adesso un valore di mercato di 108,5 miliardi di dollari: la capitalizzazione complessiva di tutte le criptomonete disponibili sul mercato è adesso prossima ai 184 miliardi di dollari.
A oltre 3 miliardi di dollari ammontano inoltre le somme riversate finora nel 2017 sulle Ico, le "offerte iniziali di valuta" usate le “offerte iniziali di moneta” usate per raccogliere fondi attraverso l’emissione di token digitali.

Presto dei future su bitcoin

Driver di oggi è secondo l'ipotesi prevalente tra gli operatori di settore è ancora la notizia di ieri che la piattaforma di scambio americana CME potrebbe introdurre nel corso di questo trimestre dei nuovi contratti derivati su bitcoin.
I nuovi future si baseranno sul CME CF Bitcoin Reference Rate (BRR), calcolato a sua volta sulla base di un monitoraggio dei prezzi forniti da Bitstamp, GDAX, ItBit e Kraken.
"Abbiamo lavorato con i regolatori ed essi comprendono molto bene il nostro modello", ha dichiarato alla CNBC Terry Duffy, CEO di CME Group".
L'introduzione del nuovo prodotto è considerata un catalizzatore positivo per i prezzi perché potrebbe favorire un avvicinamento degli investitori istituzionali al mercato delle valute digitali. 
Il mercato mostra tra l'altro al momento di non essere preoccupato neanche per le incognite legate all'introduzione del nuovo protocollo SegWit2x, che sta dando corpo all'ipotesi di un'altra scissione a metà novembre.

Tanto che sono già partite le speculazioni su un possibile raggiungimento di nuovi massimi a 7000 dollari entro quella data. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.