-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 27 novembre 2017

Bitcoin, è corsa sfrenata. Quotazione vicina a 10.000 dollari


Record su record per le quotazioni del bitcoin, che dopo aver aggiornato ancora una volta nel fine settimana i suoi massimi storici superando per la prima volta la soglia dei 9.000 dollari si è rapidamente proiettato nel giro di poche ore verso una quotazione a 5 cifre.

Verso i 10.000 dollari

Stando alle cife fornite dal portale di settore CoinMarketCap, il prezzo ha raggiunto stamattina un picco di 9.720,83 dollari, per poi ritracciare leggermente in area 9.700 dollari: alle 8.00 di sabato l'indice mostrava una quotazione di 8263,79 dollari, il che porta a oltre il 17% il rialzo messo a segno in sole 48 ore.
A dare la misura della performance esorbitante ottenuta dalla più celebre tra le criptovalute sono però i dati di più lungo periodo: il bitcoin ha guadagnato oltre il 60% in sole due settimane ed è adesso in rally di di oltre il 900% da inizio anno, quando scambiava ancora sotto i 1000 dollari.

Sale anche ether

Una corsa rapida a tal punto che anche gli analisti più bullish sul futuro delle monete digitali faticano a tenere il passo. La scorsa settimana, il miliardario Mike Novogratz, che sta avviando un fondo da 500 milioni di dollari per investire in asset digitali, aveva pronosticato che il bitcoin avrebbe superato i 10.000 dollari entro la fine dell'anno, mentre l'analista di Fundstrat Thomas Lee ha portato il suo target price  sulla moneta per il primo semestre 2018 a 11.500 dollari.
Alla luce dei rialzi di oggi, la capitalizzazione del bitcoin si attesta adesso a 162 miliardi di dollari, ma sale anche il valore di mercato complessivo di tutte le criptomonete disponibili sul mercato, che ha superato per la prima volta i 300 miliardi di dollari dopo aver raggiunto meno di un mese fa, il 3 novembre, la soglia dei 200 miliardi: ce n'erano voluti 5, da giugno a novembre, per salire da 100 a 200 miliardi.

Le cause

A contribuire all'ascesa anche i forti guadagni negli ultimi giorni delle altre principali "altcoin": segna +6,50% il bitcoin cash, la moneta frutto della scissione interna alla blockchain di bitcoin dell'estate sorsa, ma è in progresso soprattutto ether, seconda criptomoneta per capitalizzazione, che dopo aver guadagnato circa il 25% solo nell'ultima settimana scambia intorno ai 490 dollari (+8%) e ha ormai raggiunto un valore di mercato di 46 miliardi.
Una febbre generalizzata che mostra come si stia rapidamente allargando la base di investitori interessati al fenomeno, che si espongono sempre più numerosi a un asset non a caso da molti considerato a rischio bolla.

Secondo dati forniti dagli analisti di Bespoke Investment Group LLC, il numero di account aperti su Coinbase, una delle principali piattaforme di trading su bitcoin ed ethereum, è quasi triplicato nell'ultimo anno a 13 milioni di utenti.
Frutto anche dei nuovi segnali di apertura mostrati ultimamente da parte di molte istituzioni finanziarie.
Con una decisione potenzialmente in grado di allargare ulteriormente la platea degli investitori, CME Group, la principale piattaforma al mondo di trading di strumenti derivati, ha confermato la scorsa settimana un piano per lanciare sul mercato dei contratti future su bitcoin entro metà dicembre.
Tanto è vero che persino JPMorgan Chase & Co., il cui CEO Jamie Dimon si era schierato ancora a settembre apertamente contro le criptovalute, ha comunicato che sta valutando se fornire ai suoi clienti un sostegno per gli investimenti nei nuovi asset.

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.