-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 30 novembre 2017

Alcune ottime azioni da acquistare dopo la caduta

 
Lo S&P500 sta avendo il suo terzo miglior anno nell’ultimo decennio, il che è sorprendente se pensi che entreremo nel decimo anno del mercato rialzista a marzo. È una grande indicazione che la crisi finanziaria del 2008 è chiaramente nello specchietto retrovisore, rendendo molto difficile trovare titoli a buon mercato da acquistare.
Con lo S&P500 in crescita del 16% da inizio anno è sempre più difficile trovare azioni interessanti, come per esempio General Electric (Euronext: GNE.NX - notizie) – in calo del 42% in un anno. Il nuovo CEO di GE, John Flannery, ha ottenuto il suo incarico e comincerà nel 2018. L’amministratore delegato dice che si concentrerà su assistenza sanitaria, aviazione ed energia per far uscire il conglomerato industriale dall’abitudinarietà pluriennale che sta vivendo. Il piano è abbastanza buono da indurmi a nominare GE una dei miei titoli da acquistare dopo la caduta.
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito ci sono alcune società che ho esaminato personalmente, confrontandomi anche con analisti di alcune società importanti come JPM, Craig Ellis e altre. Queste società sono crollate e tutte hanno in comune un denominatore, sono in fase di cambiamento. Secondo il mio punto di vista, sono delle ottime occasioni per i prossimi anni.
Foot Locker (NYSE: FL - notizie) (FL)
Foot Locker è un rivenditore di scarpe e abbigliamento per atleti, opera principalmente tramite i suoi 3.369 negozi negli Stati Uniti, Canada, Europa, Australia e Nuova Zelanda. I suoi negozi offrono prodotti di per prestazioni atletiche, prodotti principalmente per atletica. Le sue categorie di prodotto includono calzature, abbigliamento e accessori, oltre un assortimento di strumenti per atleti. I principali clienti sono giovani che cercano stili di moda con ispirazione street.
Sembra solo ieri che Ken Hicks, ex CEO di Foot Locker stava parlando del turnaround che aveva eseguito con successo nel corso di tre anni tra il 2009 e il 2012. Il titolo nel suo periodo è salito del 341%, con vendite alle stelle e sempre ottime trimestrali. Poi il calo, drastico nel 2017, -61%, portando il prezzo dell’azione proprio ai livelli quando Hicks lasciò l’azienda. Il nuovo CEO, Dick Johnson, non ha potuto dire le stesse cose, ma si è trovato di fronte una nave che perdeva acqua, con terribili situazioni, tagli da eseguire e la conseguente caduta del titolo, sono sicuro però che il nuovo CEO riuscirà nell’intento di riportare la società ad antichi fasti.
Advance Auto Parts (NYSE: AAP - notizie) (AAP (Other OTC: AAPJ - notizie) )
Advance Auto Parts è un rivenditore del settore automobilistico di ricambi non originali, accessori, batterie e componenti per la manutenzione che opera principalmente all’interno degli Stati Uniti. I negozi della società hanno una linea di prodotti per auto, furgoni, SUV e autocarri leggeri.
La società, attraverso i suoi 5200 negozi sta vivendo un anno difficile. Le sue azioni infatti sono scese di quasi il 47%, con solo cinque settimane rimanenti nell’anno. La storia della compagnia ha preso una piega interessante però lo scorso 14 novembre, quando ha annunciato guadagni del terzo trimestre che hanno battuto le stime degli analisti di 22 centesimi, inviando il titolo sul del 16% in una giornata di trading.
Ora, non corriamo troppo. I guadagni per azione della società di $1,43 erano ancora 30 centesimi in meno rispetto allo scorso anno, ma è un inizio. Guardando le prospettive della compagnia per il 2017, si prevede che generino un minimo di $300 milioni di flusso di cassa per l’intero l’anno, non alto come i $600 milioni di flusso di cassa del 2011. Ma comunque un dato positivo.
Basta osservare le metriche di valutazione per sapere che il titolo è più economico di quanto non sia stato negli ultimi cinque anni. Con un debito a lungo termine di $1 miliardo o il 15% della sua capitalizzazione di mercato e un solido bilancio.
Ulta Beauty (ULTA)
Ulta Salon Cosmetics and Fragrance gestisce negozi specializzati al dettaglio che vendono prodotti cosmetici, profumi, cura dei capelli e della pelle e relativi accessori/servizi. I negozi sono inoltre dotati di saloni. A partire dal 1 Gennaio 2017, la società ha operato in 974 negozi in 48 stati. Opera a servizio completo in tutti i saloni dei suoi negozi.
Il crollo di ULTA è scattato a giugno, causando il calo del titolo sotto i $300. La discesa è durata fino ad un -40%. Abbiamo massima fiducia nel CEO Mary Dillon – uno dei 20 migliori imprenditori della rivista Fortune (Shanghai: 600965.SS - notizie) del 2017. Non è mai facile assumere un gigante del settore come Sephora, ma è esattamente ciò che stanno facendo Dillon e la compagnia, con grande successo, potrei aggiungere.
Gli investitori sono scettici sul fatto che Ulta possa continuare a crescere al ritmo attuale – nel secondo la crescita delle vendite per negozio (ROI) è stato del +11,7%, dopo un guadagno del +14,4% nel secondo trimestre 2016 – ma la società non ha esplorato l’espansione internazionale in posti come il Canada dove l’unica vera concorrenza è Sephora e Shoppers Drug Mart.
L’azienda sta anche cercando di catturare una fetta più grande di cosmetici più costosi; i grandi magazzini continueranno a perdere quote di mercato rispetto Ulta. Dal punto di vista della valutazione, ULTA è più economica di quanto non sia stata negli ultimi cinque anni e questo sta è davvero interessante in un periodo di mercato toro.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.