-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 23 novembre 2017

3 azioni da tenere per i prossimi 20 anni


Chiunque avesse comprato Amazon o Netflix anche solo 10 anni fa, oggi sarebbe ricco. Ecco perchè gli esperti di The Motley Foolconsigliano 3 azioni da tenere in portafoglio per 20 anni.
O più.

General Motors (NYSE: GM)

John Rosevear considera General Motors come un gigante rinnovato destinato a prosperare in un mondo che cambia. Per quanto sia strano, l'automobile è il settore sull'orlo della rivoluzione più grande di tutti, una rivoluzione che, addirittura, non riguarderà solo le autovetture in particolare, ma il concetto della mobilità personale, che cambierà radicalmente grazie alle nuove tecnologie.

Statisticamente General Motors è quella che potrebbe fare meglio di molte altre. Perché GM? Forse non tutti sanno che GM è stata la prima azienda a lanciare un'auto elettrica a lungo raggio per il mercato di massa, e prevede di lanciarne almeno altre 20 nei prossimi sei anni. La differenza? Il prezzo (più basso della concorrenza) e le prestazioni (migliori).
La sfida è stata lanciata partendo dalla certezza di una posizione di leadership che l'azienda occupa nel settore della tecnologia di guida autonoma ma anche contando sulle sue partecipazioni in settori collaterali come quelli del car-sharing con Maven. In questo momento e, con ogni probabilità anche negli anni a venire, GM registrerà profitti notevoli sulle vendite di camion e SUV, non solo negli Stati Uniti, ma anche in Cina.

Questi profitti finanziano un buon dividendo, con un rendimento intorno al 3,5%. Tutto questo ha facilitato un rialzo che negli ultimi 6 mesi ha toccato il 35% permettendo al titolo di rimanere, nonostante questo, ancora abbastanza economico: viene infatti scambiato a circa 7,5 volte i guadagni previsti per il 2017 previsti

Wynn Resorts (NASDAQ: WYNN)
Travis Hoium preferisce Wynn Resorts guidato da Steve Wynn con ogni probabilità la persona più influente nella storia del settore dei giochi, inventando il megaresort che conosciamo oggi.

Ha ridefinito la Strip di Las Vegas, costruito due iconici resort a Macao, e ora sta costruendo un casinò vicino al centro di Boston. Con licenze di gioco già concesse per i prossimi due decenni. Non solo ma il mercato VIP di Macau potrebbe portare elle casse dell'azienda fino a 2 miliardi di dollari di EBITDA.
Una serie di interessanti circostanze che da sole basterebbero per convincere a tenere il titolo per i prossimi 20 anni.

CommerceHub ( NASDAQ: CHUBA )

Il consiglio di Brian Feroldi va a CommerceHub. La ragione si trova nel cambio delle preferenze da parte dei consumatori, cambio chedi fatto ha aperto la strada all'ecommerce mettendo in difficoltà i punti vendita fisici.

La prima conseguenza è stata la riorganizzazione da parte delle maggiori aziende che si sono trovate a dover combattere epr uno spazio online con relativa clientela. E qui entra in scena CommerceHub, società che offre una piattaforma basata su cloud che collega i fornitori, i canali di domanda e i servizi di consegna riuniti sotto lo stesso tetto.
Accedendo alla piattaforma, aziende come Wal-Mart , Best Buy e Fossil ottengono un rapido collegamento all'infrastruttura di back-office che permette di evadere gli ordini dei clienti online.
Data la crescita esponenziale prevista per il commercio via Internet è certo che il futuro per la società saà roseo.

Unico neo: il prezzo non particolarmente a buon mercato, 90 volte i profitti finali. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.