-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 3 novembre 2017

3 azioni che nessuno, ma proprio nessuno, consiglia di vendere


Per suggerire qualche nuovo spunto operativo sui titoli dei listini americani con le migliori prospettive di rialzo, Harriet Lefton è tornata a scandagliare i dati offerti da TipRanks - la piattaforma che valuta l'accuratezza e l'affidabilità dei consigli forniti dagli analisti  - estraendone i titoli che riscuotono in questo momento unanime approvazione tra le migliori firme delle società di brokeraggio attive a Wall Street (rating "strong buy" e nessuna  "sell" ricevuta negli ultimi mesi).

Ecco tre dei nomi selezionati e appena pubblicati in una nuova rassegna sulle pagine del sito della CNBC.

Expedia Inc (EXPE)

Il primo nome che gli algoritmi di Tipranks fanno emergere come società caldamente raccomandata per un acquisto è il colosso delle prenotazioni di viaggi online Expedia.

Una indicazione apparentemente a sorpresa, fa notare Lefton, considerato che il gruppo ha recentemente deluso il mercato riportando risultati piuttosto deboli per il terzo trimestre - con una crescita dell'11% delle prenotazioni contro una stima del 13% - e abbassando significativamente la guidance per l'intero esercizio per tenere conto dell'impatto dei recenti uragani e di un incremento delle spese pubblicitarie.
Ne è seguito un forte ribasso del titolo, arretrato in pochi giorni da una quotazione di 147 dollari verso l'area dei 123 dollari, che non sembra però preoccupare particolarmente gli analisti. L'azione vanta infatti un rating di consenso "strong buy" (15 raccomandazioni d'acquisto e appena 4 giudizi "hold" raccolti negli ultimi tre mesi) e il target price medio di 157 dollari fissato sull'azione si traduce inoltre in un potenziale upside di ben il 31% rispetto al prezzo corrente.

Tra coloro che hanno dedicato le loro attenzioni alle attività di Expedia c'è ad esempio Mark May, firma di Citigroup che ha da poco reiterato il rating " buy" con target price a 170 dollari: in un report del 30 ottobre, l'analista scrive che per gli investitori a lungo termine l'azione offre adesso una ottima finestra d'ingresso e una valutazione molto attraente, perché a fronte delle stime "conservative" appena fornite restano del tutto valide le prospettive di "solida crescita di lungo termine" della società. 

Amazon.com, Inc.

(AMZN)

Meno sorprendente è l'atteggiamento estremamente bullish degli analisti su Amazon, considerato che il colosso delle vendite online ha appena inanellato il suo sessantesimo trimestre consecutivo con una crescita dei ricavi superiore al 20%: dopo il 26 ottobre, ricorda Lefton, il titolo ha registrato un forte rialzo da 972 dollari all'attuale quotazione di quasi 1100 dollari dopo un'altro trimestre migliore delle attese, chiuso con ricavi in aumento del 34% a 43,7 miliardi di dollari.

Nel complesso, il titolo AMZN ha ricevuto negli ultimi tre mesi una incredibile serie di 32 rating "buy" e un solo giudizio "hold" e il prezzo obiettivo indicato dal consenso si colloca adesso a 1.247 dollari, circa il 12% sopra i livelli di prezzo correnti. Tra gli analisti che si sono occupati della società di Bezos c'è ad esempio Mark Mahaney, firma apprezzata di RBC Capital, che ha aumentato il target price sull'azione il 27 ottobre da 1100 a 1200 dollari.
Per spiegare il suo ottimismo sull'azione, Mahaney scrive che Amazon offre al mercato il migliore potenziale di crescita tra le principali piattaforme online, facendo notare che nonostante la sua espansione planetaria il gruppo detiene ancora fino a questo momento solo il 10% dell'enorme mercato da 20 mila miliardi della grande distribuzione globale.

Delta Air Lines, Inc.

(DAL)

Solide prospettive rialziste infine vengono indicate dalla comunità finanziaria anche per Delta Air Lines, che ha recentemente pubblicato i conti del terzo trimestre con risultati superiori al consenso tanto sui ricavi (11,06 miliardi di dollari contro pronostici a 11,03 miliardi) quanto sull'utile per azione (1,5 dollari contro attese a 1,53 dollari). Tra coloro che hanno accolto con favore i conti della compagnia aerea c'è l'analista di Imperial Capital Michael Derchin, che il mese scorso ha alzato il rating sul titolo da "hold" a "buy" con un target price aumentato da 50 a 63 dollari e cita a giustificazione della sua tesi rialzista il buon andamento dei ricavi generati dalle attività internazionali del gruppo e un rafforzamento dell'outlook sui prezzi nel mercato USA.

Il posizionamento bullish sull'azione, fa notare Lefton, è però praticamente unanime: il titolo ha ricevuto negli ultimi 90 giorni solo raccomandazioni "buy" (ben 6) da parte degli analisti, che indicano in media un target price a 66 dollari (potenziale upside del 31% rispetto alla quotazione attuale).

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.