-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 27 ottobre 2017

WallStreet in rialzo, le trimestrali dei colossi tech stracciano le stime, cade l'euro

Seduta quasi del tutto positiva per la Borsa degli Stati Uniti, il Dow Jones ha chiuso in rialzo dello 0,3%, l'S&P500 dello 0,1%. 

In calo invece il Nasdaq (-0,1%), frenato dalla caduta di Celgene (CELG.O) e di tutto il comparto del biotech. L'iShares ETF Biotechnolgy ha perso il 3,4%.

Il rendimento del Treasury Bill è tornato in prossimità dei livelli di marzo, intorno a quota 2,46%, dopo che la Camera ha votato a favore di una mozione che permetterà al Senato di votare a maggioranza semplice la legge sulla riforma fiscale.

Stanotte, a mercato chiuso, hanno presentato i dati del trimestre alcune società simbolo dell'high tech. Amazon (AMZN.O) ha stracciato le attese di utile per azione, nel fuoriorario il titolo è salito del 6%. Microsoft (MSFT.O) ha battuto le stime grazie ai risultati eccezionali dell'area cloud, nel fuoriorario il titolo è salito del 4%. Anche Alphabet (GOOGL.O) ha superato le attese, il titolo è salito del 3%. 

Le trimestrali dei grandi gruppi tech così tanto sopra le attese, aiutano la Borsa del Giappone a spingersi stamattina dove era arrivata l'ultima volta nel 1996: l'indice Nikkei sale dell'1%.

Salgono tutte le principali Borsa dell'Asia. Hong Kong +0,8%, indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen +0,4%, Seoul +0,5%, Mumbai +0,1%.

Stamattina il petrolio Brent è sui massimi degli ultimi due anni, tratta a 59,4 dollari il barile, in lieve rialzo, dopo il +1,5% di ieri in chiusura. Il principe ereditario dell'Arabia Saudita, Mohammed bin Salman, si è dichiarato ieri pienamente a favore di una estensione dell'accordo sulla produzione in scadenza a marzo 2018.

L'euro si svaluta a 1,163 su dollaro, minimo da luglio: ieri, anche a seguito delle comunicazioni della BCE, ha chiuso in calo dell'1,4% a 1,165. 

In serata, dopo una giornata di caos istituzionale e politico a Barcellona, dal governo catalano è arrivata la rottura, forse definitiva, con Madrid. 
Nel suo intervento di ieri sera, più volte annunciato e poi sospeso, il governatore della Catalogna, Carlos Puigdemont, ha affermato che non ci saranno elezioni anticipate: "Il mio dovere è quello di esaurire tutte le strade per trovare una soluzione negoziata e concordata per evitare l'applicazione dell'articolo 155. Ho considerato la possibilità di convocare elezioni anticipate ma non ho ricevuto da Madrid le garanzie per giustificare una decisione così importante. Non accetto che ci venga imposta la misura dell'articolo 155 perchè è abusiva e ingiusta".

L'agenda di oggi prevede:

ITALIA 
S&P si pronuncia su rating sovrano. 

EUROPA 
Madrid, Senato spagnolo vota su applicazione articolo 155 Costituzione per sospensione autonomia Catalogna. 
Francia, fiducia consumatori ottobre (8,45). 
Germania, prezzi import settembre (8,00). 
Spagna, vendite al dettaglio ottobre (9,00). 

USA 
Stima Pil, deflatore Pil e indice Pce trim3 (14,30). 
Univ. Michigan, fiducia consumatori finale ottobre (16,00). 

SOCIETÀ 
ITALIA 
Cda 3° trimestre: Acea, Banca Sistema, Basic Net, Cerved, Cir (10,00), Cofide (15,00), Technogym (ricavi). 
Assemblea ordinaria: Danieli (14,00), Digital Bros (9,00), Prismi (10,00). 
Eni, comunicato 3° trimestre (7,30); segue conference call
(12,00).
Mediobanca, comunicato 1° trimestre; segue conference call
(8,45).

SOCIETA'
EUROPA 
Risultati trimestrali di Volkswagen, Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, Deutsche Boerse, Total. 

SOCIETA'
USA 
Risultati trimestrali di Merck & Co, Colgate-Palmolive, Goodyear Tire & Rubber, Exxon Mobil, Chevron. 

www.websim.iat
www.websimaction.it

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.