-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 31 ottobre 2017

Volete un aumento? Ecco gli errori da non commettere

Getty
Un aumento fa comodo a tutti, ma attenzione a come chiederlo. Vietato lamentarsi del mutuo troppo caro, oppure del peso delle tasse scolastiche dei figli. Ancora peggio giustificare la richiesta di aumento di stipendio con l’innalzamento del costo dell’abbonamento del treno per raggiungere il posto di lavoro.
Lindsay Cook, cofondatrice di MoneyFightClub.com non ha dubbi, come spiega sulle colonne del Financial Times. “I rincari dei treni erano una lamentela frequente quando mi chiedevano l’aumento – spiega -. E io rispondevo, calma e placida, che l’azienda non aveva fatto alcuna richiesta speciale su dove i suoi dipendenti dovessero vivere”. Ma neanche l’arrivo imminente di un bambino in famiglia è ragione sufficiente per una busta paga più pesante: “E’ una scelta personale”, sottolinea l’esperta.
Insomma, il trucco è toccare le giuste corde. Ma bisogna fare attenzione anche a chi si chiede l’aumento. “Un errore molto comune è quello di chiedere più soldi a fine mese a chi non ha autorità sulle buste paga”, precisa Cook. Si può anche fare di peggio, ossia calibrare male l’entità della richiesta. Perché se puntare troppo in alto può essere rovinoso, puntare troppo in basso è un passo falso: “E’ meglio non avere sul percorso professionale un aumento di pochi euro, qualcosa che non ha effetto”, è convinto Paolo Iacci, vicepresidente di Aidp e docente di sviluppo delle risorse umane alla Statale di Milano.
E’ difficile difinire una cifra perché le variabili sono tante. Diciamo che, normalmente, gli aumenti vanno dal 5 al 15 per cento”, spiega l’esperto. La percentuale dipende da un mix di fattori che vanno dalla salute aziendale alla busta paga di partenza. Da non sottovalutare: quando c’è carenza di una figura professionale gli aumenti possono anche essere più alti, ma la situazione può cambiare di nuovo, nel momento in cui la richiesta scende. Da tenere in considerazione anche la possibilità di farsi riconoscere un bonus “una tantum”. In questo caso si può chiedere fino al 25 per cento della retribuzione totale annua.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.